Lamezia, a Civico Trame arriva “Steli”, la performance urbana della compagnia Stalkerteatro che sta girando il mondo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Lamezia, a Civico Trame arriva “Steli”, la performance urbana della compagnia Stalkerteatro che sta girando il mondo

  13 luglio 2022 10:34

Tornano le performance urbane interattive e il teatro d’arte nel sociale della compagnia torinese Stalker Teatro a Civico Trame.

“Steli” è l’installazione contemporanea e colorata che prenderà forma giovedì 14 luglio alle 19 nei giardini del centro culturale di via degli Oleandri, realizzata in collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli – Museo d'Arte Contemporanea. L’intervento scenico prevede il coinvolgimento del pubblico presente che contribuirà fattivamente alla creazione di un’originale architettura ambientale essenziale in legno, con lunghi steli colorati, dando spazio alla fantasia condivisa per unire le forze nella costruzione di un unico progetto compartecipato.

Banner

Banner

Partendo dall’idea di “abitare” i luoghi del quotidiano, i performer della compagnia Stalker pongono le fila di una originale ragnatela che i partecipanti contribuiscono a tessere e nella quale devono districarsi. Terminato il lavoro creativo, il pubblico esplora la struttura camminandoci sotto, intorno e attraverso, insieme, componendo concretamente il senso di appartenenza ad una comunità.

Banner

Quello che ne deriva è un happening catturante e coinvolgente, un evento unico e irripetibile che fonde gli elementi della creazione artistica e del gioco collettivo, del rito comunitario e della festa.

A guidare le azioni saranno le musiche, le note e le sperimentazioni vocali di Riccardo Ruggeri.

“Steli” vuole essere un’occasione ludica inedita, aperta a tutti, grandi e piccoli, una metafora visiva che incarna i medesimi principi e valori promossi da Civico Trame attraverso le sue varie attività: cittadinanza attiva, esercizio del pensiero critico e condivisione, strumenti ritenuti fondamentali nell’ambito dell’educazione alla legalità.

Si tratta di uno spettacolo unico nel suo genere per bellezza, colori, intensità e partecipazione. Un modo nuovo di fare e interpretare il teatro, tratto dal ciclo “Reaction”, un più ampio progetto sperimentale che indaga, secondo la poetica tipica della compagnia, il rapporto fra arti visive e teatro, che Civico Trame aveva già sperimentato lo scorso anno ospitando un altro intervento urbano di Stalker Teatro, “Sogni”, esperienza sensoriale che fondeva insieme gli elementi della creazione artistica e del rito collettivo e che coinvolgeva il pubblico in un gioco guidato unicamente dalla musica e dalle emozioni.


La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

Concept: Gabriele Boccacini

Original score: Riccardo Ruggeri / Simone Bosco

Performers: Stefano Bosco, Dario Prazzoli, Sara Ghirlanda, Silvia Sabatino

Production: Stalker Teatro

Support: Ministry of Culture, Piedmont Region, Turin City Council

In collaboration with: Castello di Rivoli – Contemporary Art Museum

Info: www.stalkerteatro.net




Biografia STALKERTEATRO

La compagnia Stalker Teatro è attiva professionalmente dagli anni '70 nel campo della performance art ed è riconosciuta dal Dipartimento dello Spettacolo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Sviluppa la propria ricerca nel rapporto tra performance e arti visive, producendo spettacoli ed eventi partecipati con una forte vocazione sociale, spinti da un forte impegno nella sperimentazione artistica in situazioni socialmente delicate e sfidanti, e utilizzando uno stile distintivo sviluppato da eventi site-specific, performance art e teatro partecipativo.

Negli anni ‘80, per oltre quindici anni, ha condotto una qualificata attività di ricerca sul linguaggio teatrale rivolta ad ospiti ed operatori dell’ex Ospedale Psichiatrico di Collegno/Grugliasco.Negli anni ’90, ospite per cinque anni a Cittadellarte, ha sviluppato importanti progetti con Michelangelo Pistoletto in Italia e in Europa presso festival, teatri, università, e musei d'arte contemporanea.

Dal 2002 Stalker Teatro ha sede operativa a Torino, dove ha creato in intesa con la Città di Torino e la Regione Piemonte, le Officine per lo Spettacolo e l'Arte Contemporanea "Caos" e dove svolge un programma articolato di stagione, festival e residenza artistica.

Dal 2010 le produzioni della compagnia sono state presentate in diverse location e festival internazionali in Europa e oltre: Spagna, Francia, Polonia, Austria, Svizzera, Belgio, Olanda, Portogallo, Danimarca, Svezia, Germania, Inghilterra, Scozia, Israele, Lituania, Russia, Corea del Sud, Cina, Hong Kong.

 

Biografia Riccardo Ruggeri

Cantante, autore SIAE e performer, Riccardo Ruggeri ha all’attivo una decina di pubblicazioni discografiche distribuite nel mercato internazionale con gruppi come Lomè (4 Lp e 1 Ep), Syndone (6 Lp), Lavatrici Rosse (1 Ep) e Gibilterra (1 singolo e 1 Ep). Ha partecipato ad importanti festival internazionali e concorsi (Premio Tenco, Heineken Jammin Festival, Premio Bindi, Premio Demetrio Stratos, Gouveia Art Rock 2015, Veruno Prog 2016, Prog-Restite 2019) parallelamente ad una costante attività live nei club di tutta Italia.

Nel corso degli anni ha suonato con musicisti del calibro di: Aldo Romano, Louis Sciavis, Irene Grandi, Patrizio Fariselli, Sandro Cerino, Bobo Stensson. Compositore di musiche per performance teatrali ha collaborato negli anni con il Collettivo Alipus, Michelangelo Pistoletto, Stalker Teatro, Mercato dei Sogni, Teatro Stabile di Biella e Odin Teatret con i quali Ruggeri si è esibito in tutto il mondo, citiamo a titolo d’esempio l’Ansan Festival in Korea, il Nature and art festival in Cina, il Cirk in Belgio, Imaginarius in Portogallo, Olala in Austria, Spoffin in Danimarca. Dal 2017 collabora con il pianista svedese Bobo Stenson su produzioni e concerti jazz.

Ruggeri si è laureato presso il Conservatorio di Alessandria in canto jazz e musiche improvvisate, ha effettuato un Master in vocologia (2018) e, negli anni, ha affiancato alla formazione accademica altri studi: canto funzionale presso l’Istituto MODAI, canto armonico con Tran Quang-Hai (CNR Parigi), canto estremo con Enrico Di Lorenzo, improvvisazione con Stefano Solani e Stefano Battaglia, Circle Song con Albert Hera, Sachal Vasandali (jazz/New York), studi e ricerche personali nel campo dell’Etnomusicologia (Rete Italiana di Cultura Popolare), della musica elettronica e della sperimentazione vocale, a questi si aggiungono esperienze di danza e musiche popolari della tradizione italiana con il gruppo torinese Melannurca e della Capoeira. Dal 2006 è insegnante presso la Scuola Sonoria di Cossato e dal 2017 per Accademie Lizard Torino.

Ha tenuto di recente laboratori di vocalità e linguaggi musicali presso scuole elementari, medie, licei e strutture private. E’, inoltre, direttore artistico del format live Open Mic Biella e organizzatore di eventi ed iniziative sociali con l’Associazione Groove aps.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner