Lamezia, Liotta (Pd) ai vertici dell'Asp: "Puntare sul ruolo centrale dell'ospedale di Lamezia"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Lamezia, Liotta (Pd) ai vertici dell'Asp: "Puntare sul ruolo centrale dell'ospedale di Lamezia"
Milena Liotta
  14 luglio 2019 17:40

LAMEZIA TERME - Nei giorni scorsi la conferenza stampa della direzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro svoltasi a Lamezia Terme con una bilancio a detta  dei vertici positivo. Tuttavia rimangono non pochi punti da chiarire per ciò che
attiene il presidio ospedaliero cittadino, alla luce delle continue proteste di  comitati e associazioni civiche che denunciano la carenza d'organico, di reparti e la  non esplicita volontà di rafforzare un nosocomio centrale in Calabria solo a parole e  poco nei fatti. Dopo il Comitato 19 Marzo, anche l'ex consigliera comunale del Pd,  Milena Liotta, ad oggi autocandidata a sindaco rilascia, dal suo profilo di Facebook,  una dichiarazione che punta a mettere al centro del dibattito provinciale la struttura  sanitaria della Piana. Riferendosi alla conferenza dei vertici dell'Asp, Liotta afferma  che la stessa «ha mancato i temi più importanti, che sono quelli di assicurare una assistenza dignitosa nei reparti e nelle funzioni oggi presenti nel nostro ospedale e nel nostro territorio con uno sguardo agli impegni per quella nuova sanità prevista  dalla legge regionale sulla fusione dei due ospedali di Catanzaro con l’ospedale di  Lamezia, che va difesa e sostenuta ad ogni costo». Sulla fusione, tuttavia, è giusto  ricordare che il Governo ha fatto ricorso alla Corte costituzionale manifestando contrarietà ed evidenziando che l'ospedale di Lamezia non c'entra nulla con la fusione. Per la Liotta, comunque, la questione sanità «è la questione più visibile  dell'area centrale e del rapporto tra Lamezia e il suo comprensorio e il capoluogo  Catanzaro. Ci sarà bisogno del sostegno della città con convinzione. Lo sviluppo non  può che incentrarsi in una programmazione ed in una gestione unica per l’intera area che riequilibri le offerte esistenti di reparti e funzioni e le risorse assegnate ed  assegni alla nostra sanità ed al nostro ospedale un suo ruolo in questo territorio e  nella regione. Faccio miei gli impegni e le proposte che i comitati per la sanità hanno portato avanti e stanno sostenendo. Il mio programma sulla sanità partirà dal documento che nel mese di maggio 2018 le associazioni civiche hanno consegnato al  consigliere regionale Tonino Scalzo che è diventato l’impegno riuscito ed apprezzato da tutti anche nello stesso Consiglio regionale».

a.c.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner