Lamezia Terme, il Comprensivo "Perri-Pitagora" incontra il vescovo: "Ognuno sia chiamato a diventare artigiano di pace"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Lamezia Terme, il Comprensivo "Perri-Pitagora" incontra il vescovo: "Ognuno sia chiamato a diventare artigiano di pace"

  02 aprile 2022 12:33

 Mercoledì 30 marzo, la Dirigente, gli insegnanti e il personale scolastico dell'I.C. “Perri-Pitagora” hanno incontrato Sua Eccellenza il Vescovo, Mons. Giuseppe Schillaci, per un momento di riflessione in preparazione della Santa Pasqua. 

Banner

Banner

 Nel saluto di benvenuto da parte dei docenti è stato evidenziato il lavoro decennale di tutti gli insegnanti dei tre ordini di Scuola incentrato sui valori dell’inclusione, dell’accoglienza e della solidarietà, ma è stato anche posto l’accento sul loro impegno, quotidiano e costante, con gli alunni, nell’intento di farli diventare veri cittadini, ma anche veri cristiani.

Banner

Dopo un breve saluto da parte della Dirigente Scolastica, che ha voluto questo incontro,  il Vescovo, facendo riferimento al difficile momento storico, ha messo in evidenza nel suo discorso come ognuno sia chiamato a diventare artigiano di pace, secondo le parole di Papa Francesco. Non sono tuttavia mancati importanti e significativi riferimenti storico-teologici, da Papa Benedetto XV, che definì la prima guerra mondiale una inutile strage, a Papa Paolo VI, ideatore della Giornata della Pace; dall’esodo di Mosè alla missione di padre Charles de Foucauld, fondatore dei Piccoli Fratelli, religiosi dediti agli strati più umili della popolazione. Segni ed eventi della storia dell’umanità, della storia di quell’uomo spesso, non a caso, indicato, in particolare nella cultura meridionale, con l’appellativo di “cristianu”. Storie quindi da non dimenticare, per chi svolge la delicata funzione di educatore, ma da ricordare soprattutto in questo momento di ritorno alla normalità da una parte, dopo i due anni di restrizioni, e di paura dall’altra, se si pensa al dramma della guerra o, come ha ben detto il Vescovo, delle guerre.

Il monito di Monsignor Schillaci è stato pertanto quello invitare ognuno a costruire innanzi tutto una pace, che sia coltivata prima dentro di noi e poi nelle nostre famiglie, nei nostri quartieri, nelle nostre comunità parrocchiali. Solo così possiamo veramente realizzare il progetto comune che è la PACE.

L'incontro è stato accompagnato da alcuni brani musicali, quali l’Ave Maria di Caccini, suonati magistralmente dagli insegnanti di strumento della scuola. Ed è proprio Maria, la madre di Gesù, ha infine sottolineato il Vescovo, colei il cui manto ci protegge e sostiene.

La visita del Vescovo è stata sicuramente un momento carico di emozione, vissuto in un clima di intensa serenità; un breve cammino di crescita per tutto il personale scolastico invitato a riflettere sulla fase storica che si sta vivendo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner