Lamezia Terme, Rosy Rubino (FdI): “Dotare il litorale di opere, infrastrutture e servizi di qualità”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Lamezia Terme, Rosy Rubino (FdI): “Dotare il litorale di opere, infrastrutture e servizi di qualità”

  25 gennaio 2022 09:57

“Concretizzare una strategia di sviluppo del litorale e attuare il Piano Comunale Spiaggia”. E’ l’esortazione di Rosy Rubino del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia nell’Assise di Lamezia Terme che invita le forze politiche “al dialogo e alla collaborazione” per realizzare compiutamente “uno degli obiettivi alla base dei processi di sviluppo della nostra città”. 

“Inutile voltarsi indietro e constatare che a distanza di sette anni (8 maggio 2015), di cui quattro circa di gestione politica e tre di gestione commissariale, dall’approvazione del Piano Comunale Spiaggia in consiglio comunale, i risultati ottenuti - aggiunge Rubino - non rispondono alle attese dei cittadini. E’ palese il ritardo nella tabella di marcia, ma è arrivato il momento di mettere al bando tensioni e polemiche e agire in maniera efficace e costruttiva per dotare il lungomare Falcone Borsellino e tutto il litorale lametino, compresa l’area di località Ginepri, di opere, infrastrutture e servizi che rendano appetibile un bellissimo tratto di costa con conseguenti ricadute in termini economici e sociali. Tali opere, infrastrutture e servizi di qualità, infatti, potrebbero in gran parte essere utilizzati dai cittadini e dai turisti durante tutto il corso dell’anno, valorizzando compiutamente un’intera area e capitalizzando una delle principali risorse del nostro territorio”.

Banner

“Se non si mettono nell’agenda di governo quelle condizioni prioritarie per lo sviluppo della città è difficile immaginare quella crescita sociale ed economica tanto agognata. Pertanto – conclude la consigliera comunale di Fratelli d’Italia – è giunta l’ora della sintesi e fornire risposte adeguate ai cittadini in tempi ragionevoli e supportati da risultati apprezzabili che facciano fare alla nostra costa quel salto di qualità auspicato e desiderato da tempo”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner