Lamezia Terme. Un successo la lunga maratona teatrale di "A Regola d'Arte"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Lamezia Terme. Un successo la lunga maratona teatrale di "A Regola d'Arte"

Il calendario di eventi dell'associazione “A Regola D’arte” presieduta da Tiziana De Matteo ha come missione quella di valorizzare, scoprire e promuovere le bellezze naturali del territorio, le sue ricchezze storico-artistiche, partendo dalla città di Lamezia Terme.

  27 luglio 2021 20:09

di CARMINE MUSTARI


Ricco, completo, variegato il cartellone degli eventi culturali dell’associazione a “Regola D’arte” presieduta da Tiziana De Matteo, calendario che  ha come missione quelle di valorizzare, scoprire e promuovere le bellezze naturali del territorio, le sue ricchezze storico-artistiche, partendo dalla città di Lamezia Terme.

Banner

“Un programma  – per come ci spiega poi Raffaele Paonessa, regista del gruppo “Vercillo” –  che attraverso l’arte teatrale, si pone come strumento di conoscenza del territorio e delle sue tradizioni” . A ciò si aggiungono le dichiarazioni di  Tiziana De Matteo, la quale afferma: “Decisivo è il connubio artistico tra letteratura, storicità, tradizione così come modernità.

Banner

Banner

Un’occasione di ripartenza emotiva, sociale, umana e naturalmente culturale. Peculiarità della rassegna è la forza dell’associazionismo. Determinante è inoltre, il potere terapeutico del teatro che se pur amatoriale, viene portato avanti con grande professionalità”. Noi che non siamo addetti ai lavori sappiamo per esperienza come cronistiche chi conosce il teatro, il sipario, le quinte, l’impianto scenico e tutto quello che orbita intorno ad una rappresentazione, sa bene quanti sacrifici e quali fatiche comporta allestire uno spettacolo, di solito è un’impresa  degna di essere paragonata alle 12 fatiche di Eracle. Proporre lo spettacolo e le successive repliche è un’impresa titanica, da folli, concedeteci questa affermazione, è proporre 4 spettacoli diversi in 4 giorni diversi, ma uno dietro l’altro, ci hanno provato e ci sono riusciti egregiamente i protagonisti dietro e davanti alle quinte della rassegna teatrale  “Ma che musical…maestro!”  una kermesse teatrale che si è svolta dal  22 al 25 luglio nel suggestivo contesto dell’ Abbazia Benedettina di Lamezia Terme.

L’iniziativa, ha anche registrato la presenza e la partecipazione di Fabrizio Voghera, cantante e compositore di diverse opere noto al grande pubblico per avere interpretato per otto anni il doppio ruolo di Quasimodo e Frollo nel “Notre Dame de Paris”. Coprotagonisti della rassegna  alcuni studenti del Liceo Classico Francesco Fiorentino diretto da Nicolantonio Cutuli e dell’indirizzo Coreutico di Danza del Liceo Tommaso Campanella di Lamezia Terme diretto da Susanna Mustari.  

La lunga maratona teatrale è iniziata  mercoledì 22 luglio con lo spettacolo “Pandemonium” curato dalla compagnia teatrale “A regola d’Arte” con la regia di Tiziana De Matteo, deus ex machina della manifestazione! Interprete del  monologo scritto da Paola Cortellesi  “Mi chiamo Valentina e credo nell’amore”  la studentessa del Liceo Classico Nicoletta Sposato, mentre Ginevra Cerra e Giulia Mazza, alunne della stessa scuola, si sono cimentate nel canto. Il 23 luglio in scena lo spettacolo “Otello, l’ultimo bacio”, scritto da Voghera e riadattato dalla De Matteo che ne cura anche la regia. Ad interpretare due dei ruoli più importanti, Desdemona ed Emilia,  gli  alunni del Liceo Classico F. Fiorentino Ginevra Cerra e Giulia Mazza.

A curare le coreografie  il Coreutico di danza del Liceo Campanella con le coreografie del maestro Tripodi. La rassegna è stata organizzata dall’associazione culturale “A Regola D’arte”, con il gratuito patrocinio del comune di Lamezia Terme e con la collaborazione del  gruppo teatrale “ G. Vercillo”.  L’evento segue le iniziative artistiche programmate dalla FITA  acronimo della Federazione Italiana Teatro Amatoriale.

La rassegna è spunto per la campagna di sensibilizzazione di tutela degli animali sparsi sul territorio. Le prime tra serate saranno caratterizzate da alcune battute di sceneggiatore con  lo scopo di stimolare la conoscenza delle colonie feline, e sulla urgente attenzione per i gatti randagi.

Attraverso alcuni sketch comici, affidati a giovanissimi attori, il pubblico potrà riflettere e guardare agli animali come creature da tutelare, nel massimo rispetto per loro e per il decoro di una città.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner