L'anno scolastico inizia al Politeama. "Promuovere identità culturale e risorse dei giovani calabresi" (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'anno scolastico inizia al Politeama. "Promuovere identità culturale e risorse dei giovani calabresi" (VIDEO)
Inaugurazione anno scolastico al Politeama
  09 ottobre 2019 13:37

di PAOLO CRISTOFARO

Una manifestazione in grande stile quella organizzata, questa mattina alle 10, al Teatro Politeama di Catanzaro, dall'Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, per l'inaugurazione dell'anno scolastico 2019/2020. Presenti autorità civili, militari e religiose. Un momento soprattutto di confronto culturale, di unione e di valorizzazione delle peculiarità culturali dei giovani studenti calabresi, con una panoramica sulle attività, sulle esperienze e sui talenti delle varie scuole della regione. Sala gremita di ospiti, soprattutto giovani ragazzi da tutti gli istituti della regione, con i loro docenti e dirigenti. Ad aprire la manifestazione l'Inno europeo e quello nazionale. A presentare i giovani rappresentati provinciali degli studenti. Un minuto di silenzio è stato dedicato ai quattro ragazzi di Cosenza, scomparsi tragicamente nell'incidente stradale di sabato scorso. 

Banner

Banner

A prendere la parola, in apertura, la dirigente dell'USR Calabria, la dottoressa Maria Rita Calvosa. Intervenuti anche l'assessore all'Istruzione del Comune di Catanzaro, la dottoressa Concetta Carrozza, una rappresentante dell'assessorato all'Istruzione della Regione Calabria e un rappresentante della conferenza episcopale calabrese, che ha portato il saluto di Mons. Vincenzo Bertolone, fuori sede per altri impegni istituzionali. Durante la manifestazione ci sono state esibizioni musicali e artistiche - a cura delle scuole - momenti di teatro (bellissimo il monologo di Ipazia e la rievocazione della commedia "Aulularia") e di comicità, ma anche l'assegnazione di un riconoscimento, da parte dell'USR Calabria, ad un giovane studente catanzarese, Giuseppe Imperatore, entrato nella Top 10 delle Olimpiadi Mondiali delle Neuroscienze, che ha rappresentato, in Corea del Sud, l'Italia, la Calabria e Catanzaro. Al ragazzo, salito sul palco, è stata conferita una targa dalla dottoressa Calvosa. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner