L'Asp convoca il S. Anna Hospital: firma del contratto 2021 più vicina

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'Asp convoca il S. Anna Hospital: firma del contratto 2021 più vicina
Sant'Anna hospital di Catanzaro
  25 giugno 2021 15:56

L'Asp di Catanzaro ha formalmente convocato la clinica S. Anna Hospital per la sottoscrizione del contratto relativo alle prestazioni di assistenza ospedaliera e specialistica ambulatoriale. Il giorno fissato è quello del 1° luglio. Si avvicina quindi la conclusione di uno dei fascicoli principali nell'affaire Asp-S. Anna Hospital: quella del contratto 2021. Settimane fa, l'azienda sanitaria provinciale aveva fissato il tetto massimo di spesa per l'acquisto delle prestazioni dell'assistenza ospedaliera dalla struttura catanzarese a poco più di 26 milioni di euro. Decisamente inferiore invece l'importo della specialista ambulatoriale. 

E dire che negli ultimi giorni, nonostante la fissazione del budget, non erano stati dei più semplici. S. Anna Hospital si aspettava una firma piuttosto veloce e invece l'Asp ha seguito il procedimento con cui si confrontano le griglie di dettaglio dell'acquisto delle prestazioni. Circostanza che aveva reso insofferente il Cda della clinica, con tanto di blitz nella sede dell'Asp pur senza alcun riscontro (fatto che, per converso, aveva fatto insospettire i dirigenti dell'Ente pubblico). Parallelamente sono volati gli stracci su una questione di crediti-debiti reciproci. S. Anna ne vanta uno da oltre 6 milioni ancora non liquidato, in tutta risposta l'Asp ha presentato l'atto di precetto per il recupero (dal S. Anna e da un'altra società) di oltre 17 milioni di euro. Nel frattempo, il 9 giugno, è arrivato il rinvio a giudizio, anche della clinica come persona giuridica, nell'ambito del procedimento 'Cuore Matto', che è stato l'epicentro dello scontro fra S. Anna e Asp di Catanzaro. Quest'ultimo fatto ha portato l'Asp ad effettuare ulteriori approfondimenti prima della stipula del contratto. Ad ogni modo, salvo cataclismi, questo  capitolo si chiuderà tra meno di una settimana. A differenza delle altre strutture private, per cui opera il regime dell'ultrattività dell'ultimo contratto sottoscritto, mancando quello del 2020, il S. Anna Hospital si trova con l'acqua alla gola e nei fatti impossibilitato a riprendere l'ordinaria attività. 

Banner

A proposito del contratto 2020. In questo caso la questione resta più complicata. La clinica a suo favore può vantare la sentenza del Tar, che però è stata impugnata innanzi al Consiglio dello Stato. Non è escluso che l'Asp nella 'riedizione del potere amministrativo' non possa nuovamente confermare il diniego alla firma. 

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner