L'Asp di Catanzaro non paga da 6 mesi le indennità al personale dell'Elisoccorso: dipendenti in subbuglio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'Asp di Catanzaro non paga da 6 mesi le indennità al personale dell'Elisoccorso: dipendenti in subbuglio
Elisoccorso Calabria in volo
  05 aprile 2020 14:05

di MASSIMO PINNA

Il personale dell’Asp di Catanzaro che presta servizio con l’elisoccorso regionale non riceve la relativa indennità da sei mesi.

Banner

Banner

Si tratta di circa 20 tra medici, infermieri specializzati e personale sanitario, da dipendenti dell’Asp di Catanzaro. Un servizio di importanza vitale, ancor di più in tempi di Coronavirus.

Banner

Il servizio è regionale, mentre il personale fa parte delle cinque aziende provinciali calabresi. Il paradosso è che mentre le altre aziende, Cosenza, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Crotone, retribuiscono regolarmente le indennità al personale che presta servizio di elisoccorso, solo quelli afferenti all’Asp di Catanzaro sono in ritardo di sei mesi. Una situazione che crea malessere, ancor di più, in questi giorni difficili di Covid-19 dove i sanitari più di altri rischiano il contagio e la vita. Il personale di Catanzaro è pronto a tutelarsi.

Ma c’è di più. Infatti, i sanitari di Catanzaro per le esigenze di lavoro legate all’Elisoccorso da Catanzaro e provincia devono spesso raggiungere le altre province, con un comprensibile aggravio di costi e di spese che sopportano interamente di tasca propria.

Nello specifico, le indennità di elisoccorso vengono retribuite in base a dei "gettoni". Ogni gettone ammonta a circa 200 euro lorde (mentre un'aliquota del 10 per cento viene ritenuta dall'Asp) per gli infermieri e a 350 euro ai medici (sempre con ritenuta 10 per cento). I cosiddetti gettoni sono mediamente 7-8 al mese. Questo per sei mesi, mentre per i sei mesi che vanno da aprile a settembre (sei mesi) i turni sono raddoppiati. Ciò avviene per le postazioni di Catanzaro, Locri e Cosenza. Invece, a Lamezia Terme si lavora h 24. Quindi l'ammontare dell'indennità varia.

Solitamente, e così è stato per circa venti anni, l'indennità di elisoccorso viene saldata ogni tre mesi. Ma, come detto, negli ultimi sei mesi, per il personale dell'Asp di Catanzaro, niente. 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner