L'editoriale. Ballottaggio con il pepe fra Donato e Fiorita: i veri scontri li vedremo a Palazzo de Nobili

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'editoriale. Ballottaggio con il pepe fra Donato e Fiorita: i veri scontri li vedremo a Palazzo de Nobili
Sorteggiato l'ordine della scheda: il primo estratto è Donato; il secondo Fiorita
  18 giugno 2022 22:42

di ENZO COSENTINO

E così il nucleo portante del centrodestra catanzarese (FI, FdI e Lega) si è ricompattato in occasioni del ballottaggio per eleggere il Sindaco del Capoluogo.  Tutti nella “casa” del candidato civico (ex PD), Valerio Donato. Anche FdI, infatti, ha ceduto e ufficializzato con la dichiarazione dell’on.le Wanda Ferro il sostegno ma senza l’apparentamento tecnico.  Un segnale piccolo piccolo di distinguo? Può darsi ma ha anche un significato politico: si realizza una strategia. Studiata scientificamente a tavolino o venuta fuori spontaneamente. Il risultato potrebbe anche essere argomento di discussione: connotare la coalizione civica di centrodestra per fermare il centrosinistra. A risultato di ballottaggio definito si potrà parlare più compiutamente.

Banner

Più ci si avvicina al giorno fatidico del voto-bis per eleggere il nuovo sindaco di Catanzaro, più la sfida fra i due candidati che si contendono il trono di Palazzo de Nobili – Valerio Donato e Nicola Fiorita – si accende. “Il momento è solenne” per questa Città che aspira, legittimamente, ad un salto di qualità della vita,  soprattutto nei sistemi più complessi e determinanti che da queste parti sono in notevole sofferenza: quello della salute, dell’ambiente, del lavoro. Il quadro in essere è, comunque, una dimostrazione che in questa circostanza le barriere fra centrodestra e centrosinistra son cadute, generando nel cittadino comune (quello che non si “ ubriaca” di politica) non poco disorientamento proprio nel voto. E lo si è visto, dati alla mano, quanto lo stesso in tantissimi casi sia stato influenzato dal familismo, dal voto disgiunto, dalla astensione.

Banner

La seconda fase –il ballottaggio- ha le stesse regie della prima tra influencer e sceneggiatori. E’ una prassi! E nulla è scontato perché non sancito da nessuna norma che quel che dicono i vari leader sia ritenuto “oro colato” dalle rispettive basi. La tornata elettorale per la conquista di Palazzo de Nobili non è stata un campione di chiarezza politica e continua a non esserlo anche nella fase delicata del ballottaggio.  

Banner

I peccati – se peccati sono stati commessi- la Città e non gli eventuali “peccatori” li sconterà nel corso della nuova consiliatura. A Palazzo de Nobili consiglieri che ritornano, quelli che si affacciano alla ribalta ci faranno vivere sicuramente un settembre caldo. Tornando al ballottaggio comunque nulla è scontato. Donato e Fiorita questa partita se la dovranno giocare con tutte le loro risorse.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner