Legittimata la proprietà e le procedure di acquisto del Grande Albergo Parco Delle Fate: la sentenza della Corte d'Appello

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Legittimata la proprietà e le procedure di acquisto del Grande Albergo Parco Delle Fate: la sentenza della Corte d'Appello
Il Grande albergo Parco delle Fate di Villaggio Mancuso
  28 gennaio 2022 15:50

 
La Corte di appello di Catanzaro si è riunita in camera di consiglio per pronunciare la sentenza tra Mancuso Sveva rappresentata e difesa dall’avv. Francesco Gigliotti del Foro di Catanzaro (appellante) ; Marchese Francesco, in qualità di amministratore unico dell’Alfa Sila s.r.l., rappresentato e difeso dall’avv. Adolfo Guarany e Mariangela Guarany; Arcuri Carmine, in qualità di amministratore unico della Euromedia s.r.l., che rappresenta la proprietà del Grande Albergo Parco Delle Fate, rappresentato e difeso dall’avv. Pietro Mancuso del foro di Catanzaro; Paternostro Nunzio, in qualità di socio dell’Alfa Sila s.r.l., rappresentato e difeso dall’avv. Fernando Lomanno del foro di Roma; Rango Lucia, in qualità di socio dell’Alfa Sila s.r.l., rappresentata e difesa dall’avv. Patrizia Procopio; Paola Gualtieri rappresentata e difesa dall'avv. Raimondo Garcea; E Società Cattolica di Assicurazione soc. Coop., in persona del suo procuratore Dott. Alessandro Bettman difeso dell’avvv. Paolo Battaglia; Unipolsai Assicurazioni S.p.A ., in persona del legale rappresentante p.t., con sede in BOLOGNA (BO) difeso dell’Avv. Alessandro Tassoni che la rappresenta.
 
Già l’udienza del 12.10.2021 si era determinata con le seguenti motivazioni per la proprietà del Grande Albergo Parco Delle Fate, quindi nei confronti del Sig. Arcuri Carmine, legale rappresentante: " In via preliminare, si dichiara l’appello inammissibile richiesto da Mancuso Sveva; In via principale, si rigetta l’appello proposto dalla stessa in quanto infondato in fatto e diritto e confermare la sentenza emessa in data 25.06.2018 dal Tribunale di Catanzaro; In via subordinata, nella non creduta ipotesi di accoglimento dell’appello principale, rigettare le domande proposte dalla sig.ra Mancuso Sveva per carenza di legittimazione attiva; respingere la domanda di nullità della sig.ra Mancuso Sveva dell’atto di compravendita del 15.06.2000, stipulato tra il sig. Carmine Arcuri e la società Alfa Sila srl in persona dell’amministratore unico, con atto a rogito del Notaio Dott.ssa Paola Gualtieri in quanto infondata in fatto e diritto non potendosi ravvisare alcuna causa di nullità. Con vittoria di spese, competenze ed onorari del doppio grado di giudizio, condannata la sig.ra Mancuso Sveva al risarcimento da lite temeraria per abuso dello strumento processuale."
 
Oggi si può definire così conclusa la vicenda: La Corte d’Appello di Catanzaro (presidente Alberto Nicola Filardo) si pronuncia definitivamente sull’appello proposto da Mancuso Sveva e dichiara inammissibile l’appello; rigetta l’appello e, per l’effetto, conferma la sentenza impugnata e condanna Mancuso Sveva al rimborso, in favore delle parti appellate, delle spese del presente grado di giudizio che liquida per ciascuno in € 6.615,00 per compensi, oltre spese generali. Il pagamento delle spese, in generale e per ogni parte corrisponde ad un totale, tra tutti i gradi di giudizio a circa 100.000,00 €.
 
La famiglia Arcuri, proprietaria dell'immobile denominato Grande Albergo Parco Delle Fate, si dice soddisfatta dei risultati ottenuti e venuti finalmente alla luce, con l'augurio che si sia chiusa definitivamente questa parentesi, che l' ha vista apparire ingiustamente sulle testate giornalistiche, riservandosi di richiedere ulteriori danni di immagine e per calunnia alla Mancuso.
 
La sentenza è datata 17.01.2022
 
 
 
 
 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner