L'intervista. Abramo sul futuro: "Vorrei continuare a fare l'amministratore. Sulla Regione non mi sono mai nascosto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'intervista. Abramo sul futuro: "Vorrei continuare a fare l'amministratore. Sulla Regione non mi sono mai nascosto"

Il sindaco di Catanzaro sulla candidatura di Roberto Occhiuto: "Persona attenta e preparata. Ma in futuro Catanzaro deve avere un assessore in Giunta". Presentato progetto per ristrutturare il Galluppi e costruire l'edificio nella piazzetta Nicholas Green. "Prima di ristrutturare il Masciari vorrei farlo vedere alle nuove generazioni"

  03 marzo 2021 15:20

"A me piacerebbe continuare a fare l'amministratore pubblico. Ma al Comune non mi posso più candidare e ho sempre detto che non mi sento portato per fare il senatore o il deputato. In Regione mi piacerebbe non l'ho mai nascosto". Lo dice Sergio Abramo in un'intervista nello studio de La Nuova Calabria. E a proposito di regionali, aggiunge: "Ci sono tanti amministratori bravi che ambiscono alla candidatura alla presidenza: Roberto Occhiuto è uno di questi. Una persona molto attenta e preparata. Bisognerà però - aggiunge- fare un patto per il futuro: l'area centrale della Calabria deve recuperare. Noi come Catanzaro abbiamo eletto 6 consiglieri regionali, Lamezia nemmeno uno. Tuttavia non abbiamo avuto nemmeno un assessore. E neanche Vibo e Crotone. Per fortuna abbiamo avuto il presidente del Consiglio regionale che stava cominciando a dare un contributo a Catanzaro. Ancora oggi c'è differenza di finanziamenti a favore di Reggio Calabria e di Cosenza: bisogna equilibrare meglio le risorse. Gli assessori non devono rappresentare solo la propria provincia ma l'intera regione". Sul partito: "Sono sempre stato candidato da Forza Italia. Questa mia appartenenza c'è sempre stata. Sono moderato e non ho mai cambiato sigla politica. Quindi resto e resterò in Forza Italia". Sulla situazione al Comune e la richiesta di un confronto all'interno della maggioranza: "Se lo chiedono perché non parlarne. Se c'è un obiettivo da portare a termine per l'ultimo anno di legislatura va bene. Anche se i programmi è difficile stravolgerli, piuttosto bisogna portarli a termine. Ho già detto che sono disponibile al confronto".

Banner

Con il sindaco si è poi discusso dello stato dell'arte dei principali progetti della città.

Banner

MASCIARI. "VORREI FARLO VEDERE AI GIOVANI PRIMA DELLA RISTRUTTURAZIONE"-. "Il Comune ha definito un accordo con la proprietà. Abbiamo inserito l'acquisto ai fini della ristrutturazione nel programma di Agenda Urbana. Nella prossima settimana - ha svelato il sindaco- arriverà la signora Masciari per firmare il contratto. La causa instaurata valeva 4 milioni, con la transazione abbiamo chiuso a 2,1 milioni. Devo ringraziare la famiglia Masciari. Abbiamo altri 2 milioni per la ristrutturazione. Una piccola chicca: vorrei aprirlo alla città per farlo conoscere alle nuove generazioni come era negli anni passati prima di ristrutturarlo". 

Banner

PORTO, CONTRATTI ISTITUZIONALI DI SVILUPPO E PARCHEGGI- Sul porto aspettiamo l'autorizzazione sull'impatto ambientale, ci sarà giorno 20 a Roma la conferenza dei servizi. I contratti istituzionali di sviluppo si sono bloccati per l'ad di Invitalia, Arcuri è diventato commissario dell'emergenza. Parliamo del 2019 e tutto si è bloccato. La Regione si è fermata dopo la morte della presidente Santelli per i 32 milioni del sistema dei parcheggi. Aspettavamo almeno i 5 milioni per quelli del Politeama ma ancora niente.

RICHIESTA FINANZIAMENTO PER RISTRUTTURAZIONE DEL GALLUPPI E COSTRUZIONE EDIFICIO AI GIARDINI NICHOLAS GREEN- "Abbiamo presentato - ha poi annunciato- nuove schede per i finanziamenti da richiedere allo Stato: la ristrutturazione del Galluppi e la ricostruzione dell'edificio ai giardini Nicholas Green, un progetto dato dall'architetto Rotella". "L'ente fiera è concluso- ha proseguito-, la metropolitana va avanti ottenendo delle modifiche con la pista ciclabile da Santa Maria al quartiere Lido (prima non prevista), la passerella per entrare al centro di Lido dalla stazione. L'impianto dei rifiuti di Alli sarà consegnato fra un anno. E' partita la fase per l'aggiudicazione  della progettazione per il depuratore. 20 milioni solo per il depuratore -ha precisato-, senza la parte fognaria.

LAVORI A VIA CARLO V E MOTEL AGIP- "Tra qualche settimana partiranno i lavori di via Carlo V e del Motel Agip. Giorno 15 ci sarà l'inaugurazione dell'ex istituto Stella che sarà la sede del Conservatorio. Nell'ambito del Recovery Fund abbiamo chiesto l'inserimento di un progetto di un grosso centro sportivo a Giovino nell'area di fronte il Liceo Scientifico, il progetto che collega il lungomare con il vecchio ponte. La struttura comunale - ha comunque segnalato- non ha personale a sufficienza per reggere questa mole di progettazione". Infine, Abramo ha annunciato una diffida al Governo per i minori trasferimenti avuti dal Comune negli ultimi anni. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner