Magna Graecia Experience, come superare il male del razzismo e la paura del diverso

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Magna Graecia Experience, come superare il male del razzismo e la paura del diverso

  03 dicembre 2022 15:46


Come superare il male del razzismo e la paura del diverso, partendo dal ruolo della scuola. Si é discusso di questi e altri temi a Catanzaro, nella settima giornata del Magna Graecia Experience dal respiro internazionale.
 
Il film scelto è stato “La prima regola” di Massimiliano D’Epiro in coincidenza con l'uscita nazionale al cinema. Un’opera prima che riflette sull’importanza dell’integrazione e dell’educazione oggi, raccontando le vicende di Gabriele, un giovane professore, che si ritrova a fare lezioni di recupero in una scuola di periferia e riesce pian piano a guadagnare - sia a livello didattico che umano - la fiducia dei suoi studenti. Applausi, riflessioni e domande tra i tanti studenti e le studentesse presenti all'auditorium Casalinuovo. 
 
 
 
 
 
 
È seguito l’incontro con il regista e gli attori ospiti, tra cui Darko Peric, divenuto celebre al grande pubblico grazie alla sua presenza nel cast della serie "La casa di carta". "Un film del genere - ha detto - poteva essere ambientato benissimo in Spagna. Il razzismo purtroppo è presente in tutta Europa”.
 
L'altro interprete approdato in Calabria, Marius Bizau, parlando della sua biografia in linea con il film, ha aggiunto: “Quando sono arrivato in Italia più di 20 anni fa dalla Romania ero aggressivo, quasi come il Nicolas del film, ma ho avuto la fortuna di incontrare un professore che riuscì a capire cosa c’era dietro la mia chiusura e la mia aggressività e che mi ascoltò. Ora eccomi qui a parlare davanti a voi, dopo aver fatto un film, e tutto questo è stato possibile grazie all’ascolto e al dialogo". Il regista D’Epiro ha invece rimarcato che “i ragazzi del film sono sei archetipi che rappresentano tutti dei microcosmi, dei simboli in cui ognuno può riflettersi. Quando si ha paura del diverso, si ha paura di identificarsi in quella persona. La nostra società sta cambiando e ciò si riflette anche nella cinematografia attraverso gli attori di seconda generazione". 
 
Tra i tanti interventi dal pubblico c’è stato anche quello del dirigente scolastico Roberto Caroleo dell’Istituto superiore Chimirri di Catanzaro: “E' doveroso ricordare l’importanza di questa iniziativa, momenti come quelli di oggi sono fondamentali per la crescita dei nostri allievi". 
 
Il regista e i due attori hanno ricevuto dal Direttore Artistico del Magna Graecia Experience, Gianvito Casadonte, la colonna d’argento del Maestro Affidato. Casadonte ha anche annunciato che “La prima regola” sarà presente in concorso alla prossima edizione del Magna Graecia Film Festival nell'estate calabrese. 
 
Il prossimo appuntamento della rassegna, invece, sarà lunedì 5 dicembre con il film “Perdutamente” di Paolo Ruffini.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner