Mal di pancia nella Lega calabrese. Mancuso a Saccomanno: "Critiche fuori luogo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mal di pancia nella Lega calabrese. Mancuso a Saccomanno: "Critiche fuori luogo"
Filippo Mancuso
  20 luglio 2022 09:23

“Il bene della Calabria è l’unico obiettivo delle azioni legislative e amministrative messe in campo dal Consiglio e dalla Giunta della Regione  dall’inizio della legislatura. Tutto ciò vale, ancora di più, come si evince dall’importante lavoro che si sta facendo per assicurare prospettive di futuro alla nostra comunità, se ci si riferisce all’azione politica, condivisa e innovativa, del Presidente della Regione. Trovo, pertanto, singolari, immotivate e fuori luogo, le dichiarazioni critiche del commissario della Lega Saccomanno rivolte all’on. Roberto Occhiuto". Lo scrive in una nota il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso. 

"Anteporre il desiderio soggettivo di fare ‘notizia’, attraverso posizioni che possono apparire ‘controcorrente’ ma ché ad uno sguardo attento risultano prive del benché minimo fondamento logico e fattuale, agli interessi generali dell’aggregazione di cui siamo orgogliosamente parte e a cui i cittadini hanno affidato l’onore e l’onere di governare la Calabria, è decisamente sbagliato. Saccomanno parla a titolo personale e non certo a nome della Lega, che è parte integrante e protagonista di questa propositiva stagione politica regionale che tende, introducendo forti segnali di discontinuità col passato, a mettere la Calabria nelle condizioni di promuovere sviluppo sostenibile e crescita sociale. Sicuramente non a nome mio che di quelle note stampa non condivido né la forma né la sostanza”.

Ieri Saccomanno aveva detto che “il presidente Occhiuto di aver incontrato ieri l’amministratrice delegata di Rfi, Vera Fiorani, e, nel corso dell’incontro, di aver appreso che quest’opera non è inclusa in quelle finanziate dal Pnrr. Sarebbe stato sufficiente, senza attendere tanti mesi, che il presidente avesse letto il nostro intervento relativo all’incontro avvenuto a Catanzaro, alla fine del mese di aprile, dal quale è emerso, per voce di incontestabili esperti del settore, che non vi era un euro per l’alta velocità. Comunque, ringraziamo, in ogni caso, il presidente Occhiuto per aver fatto chiarezza e per essersi finalmente reso conto delle difficoltà in cui vive la Calabria e della necessità di una condivisione del percorso da portare avanti nell’interesse della nostra regione”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner