Mancuso: "Aver scelto Donato è la massima espressione della democrazia. Le nostre 2 liste daranno il maggiore apporto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mancuso: "Aver scelto Donato è la massima espressione della democrazia. Le nostre 2 liste daranno il maggiore apporto"

Incontro fra gli esponenti di Alleanza per Catanzaro e il candidato a sindaco Donato. Longo:" Alternativi alla sinistra radical chic"

  08 maggio 2022 14:47

di GABRIELE RUBINO

A dicembre dell'anno scorso e all'indomani delle Provinciali, il movimento 'Alleanza per Catanzaro' era ancora alla ricerca del candidato a sindaco. All'epoca in pochi avrebbero scommesso su una scelta civica  eppure, a poco più di un mese dalle elezioni, oggi si è materializzata in carne ossa. L'area politica del presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso e dell'assessore Franco Longo, che schiereranno due liste (l'altra è Prima l'Italia), si sono presentati al fianco di Valerio Donato.   

Banner

MANCUSO: "NON CI SIAMO FATTI IMBRIGLIARE DAI PARTITI SU SCELTE PRECONFEZIONATE"- "La scelta di Valerio Donato rappresenta la massima espressione della democrazia perché non ci siamo fatti imbrigliare dai partiti su scelte preconfezionate. Abbiamo scelto liberamente. I maggiorenti dei partiti che hanno sempre scelto per noi negli ultimi 25 anni non sono stati in grado di imporre nulla. All'inizio delle discussioni si era cercata una candidatura condivisa con le altre forze politiche centrodestra ma appena si è capito quello che era il gioco delle parti e dove si voleva arrivare non c'è stato alcun dubbio nello scegliere Valerio Donato. Questa scelta rappresenta la migliore prospettiva per la città", ha esordito nel suo intervento Filippo Mancuso. Poi ha proseguito: "Noi, io e l'amico Franco Longo, siamo i maggiori protagonisti di questa aggregazione civica. Le nostre due liste (Alleanza per Catanzaro e Prima l'Italia, ndr) saranno quelle che in termini numerici daranno il maggiore contributo alla coalizione e quindi alla candidatura di Valerio Donato. Sui numeri difficilmente ci sbagliamo".

Banner

RICCIO E IL NUOVO APPROCCIO VERSO LA BUROCRAZIA- A livello programmatico Mancuso ha detto: "Dobbiamo una volta per tutte classificare questa città. Dobbiamo identificare, nel panorama calabrese, la natura della nostra città". Le direttrici indicate sono state università, città della salute e la vocazione turistica. Un cenno poi alla situazione 'vergognosa' della cura dei servizi cimiteriali e al rapporto fra cittadini e burocrazia comunale. Uno degli aspetti su cui si è concentrato Eugenio Riccio (consigliere comunale che sarà candidato in 'Alleanza per Catanzaro'), che non ha risparmiato stilettate ai vigili urbani, e ha chiesto al nuovo sindaco di cambiare l'approccio proprio con la burocrazia: "nessuno si prende la responsabilità. Ci vuole qualcuno con gli attributi". Anche Riccio ha fatto cenno all'aggregazione civica, ricordando come ognuno abbia fatto un passo indietro provenendo da culture politiche differenti.

Banner

LONGO: SIAMO ALTERNATIVI ALLA SINISTRA RADICAL CHIC- Più netto contro Fiorita, candidato del centrosinistra, il coordinatore del movimento Franco Longo: "Per noi la politica è impegno sociale, partecipazione e raggiungimento del bene comune. Noi i compromessi li facciamo con la gente e per la gente. Percorriamo delle esperienze politiche con coerenza. Siamo alternativi alla sinistra populista e radical chic, siamo alternativi a quella sinistra che oggi è al governo del Paese". E ricordando le dimissioni di Fiorita dopo il caso Gettonopoli, ha detto: "Un comandante che prende la nave porta il progetto fino in fondo. Non ha capacità di governare". L'incontro è stato moderato da Giancarlo Russo e ha visto numerosi interventi anche di candidati al Consiglio comunale. 

 

 

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner