Marano capo scout d’Italia, Donato: "L’inizio di un più impegnativo cammino nel segno dei valori che il progetto educativo dell’Agesci porta con sé”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Marano capo scout d’Italia, Donato: "L’inizio di un più impegnativo cammino nel segno dei valori che il progetto educativo dell’Agesci porta con sé”

  05 giugno 2022 11:17

 "Complimenti a Fabrizio Marano, il nuovo capo scout d’Italia, eletto dal consiglio generale Agesci” .

Queste le parole di Valerio Donato, candidato sindaco per Catanzaro che esprime apprezzamento per l’importante responsabilità assunta da un catanzarese: "Un ruolo di assoluto rilievo quello che è chiamato a ricoprire e per il quale saprà mettere a disposizione delle grande comunità scout la sua comprovata esperienza maturata nel gruppo 4 di Catanzaro”. Aggiunge:

Banner

“Garante e depositario delle tradizioni della legge scout, adesso per Fabrizio Marano è l’inizio di un nuovo cammino nel segno dei valori che il progetto educativo dell’Agesci porta con sé. Un movimento, quello dello scoutismo - sottolinea il candidato - nato e diffuso sulla base di relazioni autentiche, certamente il più numeroso al mondo e con il maggior radicamento territoriale. Straordinaria l'esperienza comunitaria di cui si nutre; l’instancabile ricerca di senso della vita e lo sviluppo della dimensione sociale e spirituale, attraverso un viscerale rapporto con la natura che accorcia le distanze tra generazioni diverse e risponde alle tante domande che i giovani si pongono durante il loro percorso di maturazione e di crescita. Lo scoutismo è uno stile di vita, un modo di essere. Forse chi diventa scout, lo è per tutta la vita". 

Banner

Conclude Donato: “Auguri di buon lavoro nella prova più importante alla quale questo incarico chiama: il servizio di guida e accompagnamento per le migliaia di ragazzi scout nel grande viaggio della vita, per renderli protagonisti anche in questa fase storica di disorientamento valoriale, dove sono sempre meno i punti di riferimento solidi e credibili;  e soprattutto aiutarli a dare il loro contributo alla costruzione di una nuova società, più umana e più solidale”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner