Maria Crocco è il nuovo sub commissario

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Maria Crocco è il nuovo sub commissario

  19 luglio 2019 16:06

Il Consiglio dei ministri ha nominato il nuovo sub commissario della sanità calabrese. Si tratta di Maria Crocco. Andrà a sostituire Thomas Schael dimessosi all'inizio di luglio. Nel comunicato di Palazzo Chigi si legge anche della conferma del commissario Saverio Cotticelli. In effetti, la deliberazione del governo arriva a sei mesi di distanza dall'insediamento, ossia il periodo di verifica sull'operato della struttura commissariale.  

Mario Crocco, è laureata in giurisprudenza. Ha iniziato la sua scalata nella Pubblica Amministrazione nel '79 quando è stata assunta nel comune di Gissi (in provincia di Chieti). Tre anni dopo il passaggio nella Regione Abruzzo come funzionaria e nel '94, vincendo il concorso, ottiene la qualifica di dirigente. Dopo la guida di vari settori, dal 2009 al 2014 è il direttore regionale della direzione Politiche della Salute. Nell'ultima parte della carriera è stata dirigente del servizio "Assistenza distrettuale territoriale- Medicina convenzionata e Penitenziaria".

Banner

Nell'assetto della struttura commissariale calabrese sarà la componente "tecnica", mentre il generale Cotticelli resta la figura di rappresentanza. 

Banner

Il ministro Grillo ha commentato così la nomina: “Faccio i miei migliori auguri alla dottoressa Crocco che vanta una significativa esperienza nella gestione sanitaria e che, da oggi, è chiamata a un lavoro non semplice - dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo -  ma che, ed è questo il mio auspicio, saprà onorare con entusiasmo e determinazione, per il bene dei cittadini, ma anche di chi lavora con serietà e dedizione nella sanità calabrese.

Banner

Il ministero della Salute continuerà a supportare la struttura commissariale della Regione Calabria affinché siano presto raggiunti i risultati che tutto il Paese, e non solo i calabresi, attendono e per i quali ci siamo impegnati in questi mesi di intenso lavoro culminati nell’approvazione del Decreto Calabria, trasformato in legge nelle scorse settimane” conclude Grillo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner