Marziale Battaglia rieletto presidente Gal Serre calabresi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Marziale Battaglia rieletto presidente Gal Serre calabresi
Marziale Battaglia, presidente Gal Serre calabresi
  30 giugno 2021 15:30

Nella sala consiliare della ex-comunità montana Fossa del Lupo di Chiaravalle Centrale, i soci del GAL Serre Calabresi hanno riconfermato all’unanimità Marziale Battaglia presidente della società ed eletto il nuovo consiglio di amministrazione.

L’assemblea, prima di procedere al rinnovo degli organi societari, ha approvato il bilancio consuntivo per l’anno 2020 che – come illustrato dal consulente fiscale dott. Domenico Truglia – evidenzia un risultato di pareggio economico ma anche una sofferenza in termini di cassa per far fronte alle anticipazioni dei pagamenti sui progetti a regia diretta attivati dal GAL nell’ambito del Piano di Azione Locale SPES.

Banner

Sullo stato di attuazione del PAL ha relazionato il Presidente Marziale Battaglia, evidenziando le criticità burocratiche. Il GAL, infatti, pur avendo attivato tutti gli interventi previsti – rimane solamente da pubblicare un bando per gli enti pubblici ed un progetto a regia diretta – non ha una ottima percentuale di spesa a causa delle lunghe e farraginose procedure che sottostanno sia alla fase di pubblicazione del bando e delle relative graduatorie definitive sia alle liquidazioni delle domande di pagamento. "La performance è comunque in linea con la media degli altri GAL calabresi ma ciò – ha evidenziato il Presidente Battaglia – non può essere una consolazione per il GAL Serre Calabresi. Il Presidente ha comunque rassicurato i soci che con la imminente chiusura del Bando microfiliere, il più importante in termini di spesa, attualmente al vaglio della commissione, la percentuale di spesa si alzerà notevolmente e, in ogni caso, entro il termine previsto sarà effettuato il 100% della spesa del Piano".

Banner

Sono state illustrate ai soci anche tutte le altre attività che il GAL svolge quale Agenzia di Sviluppo Locale, a partire dalla progettazione della strategia SNAI (strategia nazionale aree interne) dell’area versante ionico – serre che si è definita proprio in questi giorni con la firma dell’APQ presso la regione Calabria - alla costituzione del distretto turistico “Riviera e Borghi degli Angeli” e ai contratti i fiume ricadenti nel territorio GAL.

Banner

Dopo l’approvazione del bilancio e della relazione sullo stato di attuazione del PAL, l’assemblea ha affrontato il rinnovo degli organi sociali. Lo statuto del GAL prevede l’elezione diretta del Presidente e del consiglio di amministrazione la cui composizione deve garantire la maggioranza ai rappresentati del settore privato. La riconferma unanime del Presidente Marziale Battaglia è stata accolta con un lungo applauso dall’assemblea dei soci a conferma del buon lavoro svolto in questi anni.

Anche per la composizione del Consiglio di Amministrazione, la scelta dell’ampia compagina societaria è stata quella della sostanziale continuità: una scelta condivisa da tutti i soci eleggendo anche il consiglio di amministrazione per acclamazione. Per il settore pubblico, oltre al presidente, sono stari riconfermati i Sindaci di Cortale Francesco Scalfaro e di Centrache Fernando Sinopoli, Claudio Foti, consigliere del Comune di Chiaravalle Centrale, mentre il consigliere di Girifalco Vincenzo Olivadese è il nuovo eletto.

Per il settore pubblico, la Confagricoltura ha riconfermato l’imprenditore agricolo Domenico Buttiglieri, Giuseppe Rotiroti, vicepresidente uscente, continua la sua esperienza nell’Agenzia di Sviluppo in rappresentanza del Consorzio della Nocciola. La Copagri è rappresentata da Salvatore Sinopoli (già componente del precedente CdA ma in quota pubblica). La Coldiretti sarà invece rappresentata dall’agronomo Nicola Grillone, la CIA dall’imprenditore agricolo Domenico Vivino mentre il geologo Vittorio Cannistrà è stato eletto in rappresentanza del Consorzio di Bonifica Ionio-Catanzarese.

Su proposta del presidente, è stata inoltre conferita al Sindaco di Montauro Giancarlo Cerullo, la delega ai rapporti con gli Enti Locali. Infine, il Presidente Battaglia ha rivolto un ringraziamento particolare ai consiglieri uscenti che non si sono più candidati: Santo Sestito, Rocco Bongarzone, Giovanni Cirillo e Antonio Biamonte, sottolineando il rapporto di stima e amicizia e la consapevolezza che gli stessi hanno fornito un prezioso contributo al GAL.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner