MGFF, Valerio Mastandrea: "Il mestiere dell'attore è fatto di stupore e gioco"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images MGFF, Valerio Mastandrea: "Il mestiere dell'attore è fatto di stupore e gioco"

  31 luglio 2019 20:55

di CLAUDIA FISCILETTI

Quattro volte vincitore del David di Donatello, ha alle spalle una lodevole carriera di attore sia di cinema che di teatro, ha ricoperto numerosi ruoli non solo nel cinema italiano ma anche straniero, eppure Valerio Mastandrea è ben piantato con i piedi per terra. La notorietà non sembra aver intaccato la sua spontaneità che ha fatto da padrona nella Masterclass tenutasi questo pomeriggio, al Supercinema di Catanzaro.

Banner

Tra battute ironiche, interazioni con il pubblico e qualche commento sulla sua squadra di calcio del cuore, la Roma, Mastandrea si racconta durante un incontro in cui è emerso il suo grande amore per la recitazione.

Banner

E’ al Magna Graecia Film Festival per presentare il film “Ride” di cui è regista, e proprio riguardo al festival delle opere prime e seconde dice che questo genere di eventi sono le ultime oasi per riuscire a vedere le opere di artisti emergenti, e aggiunge che lui stesso è sempre stato disponibile a lavorare in questo genere di film perché quello che realmente gli interessa è il copione, più che il numero di lavori che ha alle spalle il regista. Non manca una riflessione sulla situazione attuale del cinema italiano: «Non manca la creatività nel cinema italiano, ma forse manca il coraggio, da parte del sistema, di voler cambiare».

Banner

Alla domanda, rivoltagli dal moderatore della serata, Antonio Capellupo, riguardo a quali ruoli preferisce scegliere, Mastandrea dice che solitamente è attirato da quei personaggi incompleti, imperfetti, un po' borderline. E’ il tipo che trova più interessante «perché puoi affidargli la tua stessa incompiutezza». Ha continuato poi, col dire che non ha intenzione di abbandonare il mestiere di attore perché, nonostante sia stanco, è un mestiere che riserva sempre delle sorprese. «E’ un mestiere fatto di stupore e gioco».

In sala era anche presente l'attrice  italiana Milena Vukotic, una delle protagoniste del film “Ride”, a cui Mastandrea ha voluto rivolgere un ringraziamento per l’attenzione e la sensibilità con cui si è approcciata al suo lavoro.

L’attore sarà ospite alla serata del MGFF, che si terrà tra poche ore nell’Area Porto di Catanzaro Lido.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner