Minacce ed estorsioni a imprenditori nel Catanzarese: Olivadoti dai domiciliari all'obbligo di dimora

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Minacce ed estorsioni a imprenditori nel Catanzarese: Olivadoti dai domiciliari all'obbligo di dimora
Il Tribunale di Catanzaro
  06 aprile 2022 18:14

Lascia gli arresti domiciliari per l' obbligo di dimora nel comune di residenza, Fabrizio Olivadoti, 39 anni.  Il gip Paola Chiriaco ha accolto la richiesta del difensore Eugenio Felice Perrrone dando una misura meno afflittiva. 

L'uomo era finito in un'inchiesta  in relazione a condotte estorsive, tentate e consumate con modalità mafiose, ai danni di imprenditori sia locali, sia provenienti da altre province calabresi e operanti nel territorio di riferimento. Un provvedimento  scaturito all’esito delle attività di indagini condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Catanzaro e della Compagnia di Girifalco, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, a seguito di una serie di atti intimidatori posti in essere da febbraio a dicembre settembre 2020, ad Amaroni, Borgia e Squillace (CZ), nei confronti di imprese impegnate nell’esecuzioni di lavori stradali e nella posa di cavi elettrici, nonché esercenti locali di attività commerciali. 

Banner

LEGGI ANCHE QUI. Minacce ed estorsioni a imprenditori nel Catanzarese: 3 arresti (I NOMI)

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner