Mongiardo (ANAMA Calabria): "Nel 2023 il mercato immobiliare residenziale registra un leggero calo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mongiardo (ANAMA Calabria): "Nel 2023 il mercato immobiliare residenziale registra un leggero calo"

  01 luglio 2024 12:06

 ANAMA Calabria (Associazione Nazionale Agenti e Mediazione d'Affari) aderente a Confesercenti analizza i dati ultima pubblicazione Agenzia dell'Entrate lavorazione OMI. Come ogni giugno  si attende la pubblicazione del report dettagliato delle statistiche regionali con i relativi spaccati delle città capoluogo della regione.

di VITALIANO MONGIARDO

Banner

 Nel 2023 il mercato immobiliare residenziale registra un leggero calo -0,6% rispetto il 2022 con 16.347 NTN (Numero di Transazioni Normalizzate) molto meglio del dato Italia che ha registrato un calo del -9,7%  con un indice IMI (indicatore di intensità mercato immobiliare) pari a 1,8%.

Banner

Rimangono invariati gli assetti che definiscono la struttura del mercato regionale, l'estensione territoriale delle province fa molto differenza, la provincia di Cosenza ricopre il 44,9% del mercato, segue la provincia di Catanzaro che assorbe il 20% e la città Metropolitana di Reggio Calabria con il 19,3%, lasciando le province di Vibo Valentia e Crotone con le quote inferiori al 10%.
 
Le città capoluogo tutte hanno registrato il segno meno tranne Crotone con il suo +3,9% di NTN rispetto al 2022, Catanzaro NTN 739, Cosenza 714, Crotone 486, Reggio Calabria 1120 e Vibo Valentia 220, l'attenzione bisogna darla al dato IMI rapporto tra NTN e Stock delle unità immobiliari, nessuna delle città capoluogo supera il 2%, per aver un buon mercato il dato dovrebbe registrare almeno un 2,5% in su, dato molto lontano. Nel primo trimestre 2024 registriamo un lento movimento del mercato, il calo lento dei tassi di interesse dei mutui non sta dando la scossa che ci si aspettava, il mercato regionale non parla la stessa lingua in tutto il territorio chiaramente, alcune zone viaggiano a velocità sostenute altre molto piano, zone che negli ultimi anni registrano sempre crescita di quotazione e numero di compravendita, oggi segnano dati in perdita, ma questo risulta fisiologico quando la crescita è troppo veloce si arriva al fermo, domanda e offerta si allontanano mi riferisco al caso della marina di Catanzaro, la quale registra un -39,7% rispetto al 2022.
 
Come andrà a finire il 2024? Non è facile sbilanciarsi a fare previsioni, l'inizio del primo trimestre 2024 traccia l'indicazione che molto probabilmente registreremo una contrazione del volumi. Sta emergendo un nuovo mercato, quello relativo al mondo delle aste immobiliari e NPL (Non Performing Loan, crediti deteriorati) situazioni con crediti della banca nei confronti di un debitore che si trova nella condizioni di non poter restituire il finanziamento, nei prossimi 3 anni arriveranno  sul mercato 350.000 immobili a tal proposito ci sono aziende che si stanno strutturando per gestire questo mercato che può movimentare i volumi.
 
  *Presidente ANAMA Calabria

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner