"Morire di lavoro", riconoscimento nazionale al docufilm del Liceo Artistico di Catanzaro (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Morire di lavoro", riconoscimento nazionale al docufilm del Liceo Artistico di Catanzaro (VIDEO)

  26 luglio 2022 11:28

di FILIPPO COPPOLETTA

Nell'ambito del Concorso Nazionale "Quel fresco profumo di libertà" promosso per le scuole dal Centro Studi "Paolo e Rita Borsellino" in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, il Liceo Artistico "Giovanna De Nobili" di Catanzaro guidato dal Dirigente Angelo Gagliardi, si è aggiudicato una menzione speciale per il docufilm incentrato sulle cosiddette "morti bianche", le morti sul luogo di lavoro.

Banner

VIDEO

Banner

Gli studenti catanzaresi, coordinati dall'insegnante Elena Maida, hanno concorso con un documentario incentrato sul dramma che ogni mese coinvolge mediamente un centinaio di famiglie italiane, partendo da avvenimenti di cronaca che trovano spazio quotidiano nei notiziari. La voce professionale ed emotivamente coinvolta degli studenti ha narrato le storie di Luana D'Orazio, morta a 22 anni lo scorso 3 maggio 2020, e quella di Andrea Gagliardoni, che di anni quando è morto ne aveva 23 (il 20 giugno 2006), entrambi accomunati da una fine trovata tragicamente nel luogo in cui erano impegnati a lavorare. 

Banner

Lo scorso 19 luglio, in occasione del trentennale dall'attentato a Paolo Borsellino, il video è stato premiato dalla commissione esaminatrice presieduta dal fratello del compianto magistrato, con la seguente motivazione: "Per la particolare capacità evocativa del testo e la scelta di esplorare una chiave di lettura originale non scontata sul tema di complessa trattazione e di scottante attualità".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner