Morti improvvise, Corbelli (Diritti Civili): “Sono oggi la vera drammatica emergenza nazionale"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Morti improvvise, Corbelli (Diritti Civili): “Sono oggi la vera drammatica emergenza nazionale"
Franco Corbelli

"Aumentano e preoccupano sempre di più. Bisogna avere il coraggio di fermare subito la vaccinazione (almeno inizialmente per gli under 40), togliere ogni obbligo, lasciare libertà di scelta e valutare caso per caso il possibile rischio”

  14 maggio 2022 14:45

“Le morti improvvise (di giovani e non solo), come Diritti Civili denuncia da oltre un anno, subito dopo i primi, numerosi casi del marzo 2021 e come dimostra l'ultima inchiesta de La Verità, sui 480 morti in più, tra gli under 40, nel periodo maggio-novembre 2021(prima di Omicron), sono oggi la vera, drammatica emergenza nazionale! Aumentano e preoccupano. Bisogna per questo avere il coraggio di fermare la vaccinazione (subito, inizialmente, almeno per gli under 40), togliere ogni obbligo, lasciare libertà di scelta e valutare caso per caso il possibile rischio legato alla somministrazione di un siero che è vecchio, inutile e, purtroppo, anche, in moltissimi casi, assai dannoso, per i possibili gravi effetti collaterali, come certificato da numerosi e autorevoli  studi scientifici in molti Paesi del mondo”.  

E’ quanto afferma, in una nota, il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli. “Continua, purtroppo, il silenzio assordante sulla tragedia delle morti improvvise, soprattutto di giovani(ma ci sono anche tantissimi over 40, cinquantenni, sessantenni...), tutti sani e vaccinati, che sono oggi la vera, - prosegue Corbelli - drammatica emergenza nazionale che bisogna affrontare e cercare assolutamente di fermare e prevenire, per scongiurare nuovi drammi, altro dolore. Per questo, pur rispettando, come ho sempre fatto, i vaccini e senza voler fare alcuna ipotesi e correlazione, ancora una volta chiedo di sospendere immediatamente la vaccinazione, subito per gli under 40, di togliere tutti gli obblighi rimasti (per sanitari e personale della scuola), di lasciare la libertà di scelta e di valutare, per il resto della popolazione, caso per caso il possibile rischio legato alla somministrazione del siero".

Banner

"I nuovi dati, drammatici e inquietanti ,sulle morti improvvise degli under 40, resi noti l’altro ieri dall’on. Borghi, su La Verità, oltre 480 in più(in sei mesi), rispetto agli anni precedenti(che avevano, invece, fatto registrare, esattamente negli ultimi dieci anni, a partire dal 2011, un continuo calo!), confermano purtroppo quello che Diritti Civili, la stessa Verità e pochissimi altri, tra i media questa testata, La Nuova Calabria, continuano a  denunciare da mesi chiedendo per questo la immediata sospensione della vaccinazione almeno per questa fascia di età,0-40 anni. Alla luce di quello che di tragico continua giorno per giorno ad emergere - evidenzia - è indispensabile e urgente fare come in Danimarca che ha sospeso del tutto la vaccinazione. A che serve del resto continuare a vaccinare con un siero che è vecchio, inutile e dannoso? Che è oramai inutile lo ha detto anche martedì a Fuori del Coro, da Giordano, la virologa Gismondo".

Banner

"Perché allora continuare ad inocularlo mettendo a rischio altre migliaia di persone, visto che di fatto oramai la popolazione è stata già quasi tutta vaccinata con almeno due dosi?  Si rendono conto al Ministero, Speranza, il Premier Draghi e i cosiddetti esperti che la situazione è drammatica? Oramai si è perso il conto di tutte le morti improvvise, che si registrano quotidianamente in Italia e in altri Paesi. Le cifre preoccupanti li stiamo continuando a dare, da molti mesi. Ma il numero purtroppo è quasi sicuramente per difetto".

Banner

"Perché di tanti altri nemmeno si viene a sapere, perché, tranne La Verità, - si legge ancora - c’è un silenzio assordante su quasi tutti i grandi media, su questa tragedia, così come su tutte le altre “verità scomode”: dai numerosi studi(da quelli israeliani, a quelli dei Paesi Scandinavi e della Danimarca, a quelli americani, tedeschi, inglesi…)  che certificano il rischio infarto nei giovani dopo il vaccino, alle gravi reazioni avverse (ad oggi, secondo i dati ufficiali di  Eudravigilance dell’Ema, oltre 4,1 milioni i gravi effetti collaterali e quasi 44mila vittime post vaccino), all’azienda Biontech che arriva a dichiarare che “non è in condizione di garantire sulla efficacia e sicurezza dei vaccini per avere l’autorizzazione definitiva”(e pensare che venivamo  aggrediti, insultati, ghettizzati e puniti quando dicevamo semplicemente che si trattava di un siero sperimentale!), all’Ema e all’Aifa che arrivano a negare i dati sui vaccini opponendo incredibilmente un segreto militare, allo studio del Mit di Boston(una delle più importanti Università del mondo), che dimostra che c’è un nesso tra tumori, morti improvvise, demenza e vaccini antiCovid. Per tutte queste validissime ragioni oggi bisogna, responsabilmente, - conclude - avere il coraggio di fermare la vaccinazione, subito, ripeto, almeno per gli under 40 che non corrono rischi con il Covid ma che continuano invece a morire così all’improvviso”.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner