Movida a Soverato. Raffica di multe dei carabinieri ai locali, sequestrata nota discoteca sprovvista di autorizzazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Movida a Soverato. Raffica di multe dei carabinieri ai locali, sequestrata nota discoteca sprovvista di autorizzazioni

  16 agosto 2021 12:29

Sanzioni e chiusure a Soverato. I carabinieri, in occasione di queste settimane in cui la movida è entrata nella fase clou della stagione estiva, reprimono le violazioni. Da segnalare il sequestro dell'Ub4, discolclub, poiché sprovvisto di autorizzazioni. Inoltre, chiuso per cinque giorni il Noa. All'interno del locale c'erano circa mille persone. 

Di seguito il resoconto del comando provinciale. 

Banner

In occasione della settimana di Ferragosto e per tutto il mese di Agosto la Compagnia Carabinieri di Soverato ha intensificato i controlli ponendo in essere un articolato “piano di controllo del territorio” finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati, intensificando i controlli sulle principali vie di comunicazione e nei luoghi e locali di maggiore aggregazione al fine di garantire ai cittadini la fruizione del particolare periodo in un contesto sicuro e presidiato.

Banner

L’obiettivo principale è stato quello di verificare il rispetto del divieto di assembramento e del distanziamento sociale tra le persone, con particolare riferimento ai luoghi della cosiddetta movida e alla verifica delle misure imposte per l’esercizio delle attività commerciali, nonché alla prevenzione dei reati al fine di garantire l’ordine pubblico. Una particolare attenzione è stata rivolta a discoteche, locali di intrattenimento e stabilimenti balneari per accertare se fossero in possesso delle dovute autorizzazioni, la presenza di lavoratori in nero ed evitare la propagazione del virus Covid-19. I servizi finora svolti sono stati garantiti mediante l’impiego di 80 Carabinieri delle dipendenti Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile, con la collaborazione dell’ARPACAL e dell’ASP di Catanzaro nonché del personale specializzato dell’Arma, (Nucleo Ispettorato del Lavoro e Nucleo Antisofisticazioni e Sanità)   

Banner

Grande attenzione è stata dedicata alla corretta gestione delle attività di esercizi pubblici e, più in generale, a tutte quelle attività che più facilmente potrebbero divenire focolai d’infezione in relazione alla stretta osservanza delle vigenti disposizioni in materia di contenimento del fenomeno epidemiologico da Covid 19: sensibilizzando gli avventori all’uso della mascherina e al distanziamento interpersonale. Si è proceduto al controllo di tutte le attività commerciali dedite alla ristorazione.

I controlli consentivano di rilevare numero 2 lavoratori in nero ed elevare sanzioni pecuniarie per un importo pari ad euro 30000.

Numerosi sono stati i locali sanzionati con la sanzione amministrativa di euro 400 e la chiusura di 5 giorni in violazione del dpcm 22.07.2021 considerato che nel locale si constatava una consistente presenza di avventori privi dei dispositivi di protezione delle vie aeree e senza che fosse rispettato il previsto distanziamento, in violazione delle misure previste per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID – 19. Tra questi, nella nottata del 15 agosto veniva sanzionata e posta sotto sequestro una storica discoteca del Soveratese poiché non era neanche in possesso delle dovute autorizzazioni per l’apertura dell’esercizio commerciale.

Infine venivano elevate sanzioni per oltre 20000 euro nei confronti di attività commerciali che vendevano alcool sia ai minori, che dopo l‘orario consentito.

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, sono state controllati circa 360 soggetti e 125 veicoli. Sono state elevate 25 sanzioni al CDS, 2 sono state le patenti di guida ritirate nei confronti di altrettante persone, poiché sorprese alla guida in stato d’ebbrezza. Sono state eseguite nr 8 perquisizioni personali e 4 veicolari. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner