Muro crollato sulla Sp 168/1. Il sindaco Scerbo dopo il sopralluogo: "Speriamo che i tempi della Provincia siano celeri"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Muro crollato sulla Sp 168/1. Il sindaco Scerbo dopo il sopralluogo: "Speriamo che i tempi della Provincia siano celeri"
Vittorio Scerbo, sindaco di Marcellinara
  23 aprile 2021 18:04

“Abbiamo prospettato l’intervento temporaneo che prevede la demolizione del muro dissestato, la riprofilatura della scarpata a monte e la sistemazione che sarebbe realizzata con la posa di blocchi in cemento tali da garantire la temporanea messa in sicurezza della scarpata per la riapertura della circolazione su una carreggiata”, queste le parole del sindaco di Marcellinara Vittorio Scerbo, a conclusione del sopralluogo tecnico effettuato questa mattina sulla SP 168/1 tra il Comune e la Provincia di Catanzaro.

Banner

Considerata l'acquisita impossibilità della Regione Calabria di assegnare il finanziamento richiesto dalla Provincia di Catanzaro di 2 milioni di euro per la messa in sicurezza della strada provinciale 168/1, l'Ufficio Tecnico Comunale ha predisposto il progetto di fattibilità tecnica ed economica per un importo di circa 50mila euro, che sarà ora approvato formalmente dalla Giunta Comunale e trasmesso alla Provincia.

Banner

“Ringrazio il tecnico della Provincia presente al sopralluogo l’Ing. Iiritano- ha proseguito il sindaco – per l’incontro costruttivo e per la valutazione dell’intervento proposto che sottoporrà agli organi provinciali. Ci sono sicuramente aspetti tecnici e finanziari da definire, anche alla luce della disponibilità delle somme da parte della Provincia che non ha ancora approvato il bilancio, ma chiedo di fare presto”.

Banner

“Lo chiedono – ha spiegato il sindaco Scerbo – cittadini ed operatori commerciali ed economici che hanno fatto pervenire il grido d’allarme per una strada chiusa che sta inevitabilmente provocando disagi e difficoltà in un momento già segnato dalla crisi della pandemia ed emergenza sanitaria in atto”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner