Niente zona rossa generalizzata (per ora). Spirlì: "Dal 29 marzo raddoppiano le dosi Pfizer"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Niente zona rossa generalizzata (per ora). Spirlì: "Dal 29 marzo raddoppiano le dosi Pfizer"

  22 marzo 2021 15:38

Niente zona rossa generalizzata, ma interventi soltanto nei territori dove l'incidenza dei contagi è maggiore. Dopo un fine settimana di speculazioni sul possibile lockdown in Calabria, su input regionale, è lo stesso presidente facente funzioni Nino Spirlì a precisare il tiro. Questo non esclude, ovviamente, che nel prossimo monitoraggio settimanale, previsto per la giornata di venerdì, i parametri non inducano il governo a colorare di rosso la Calabria dalla prossima settimana fino a Pasqua. Lo stesso Spirlì, nel corso degli Stati generali celebrati alla Cittadella, ha comunque precisato che si è registrato un incremento del 33% dei casi nella fascia di età 0-18 anni e sommandoli ai familiari si arriva al 70%. Ci saranno quindi chiusure territoriali limitate, ad esempio un paio comuni del Reggino sono in procinto di essere dichiarati 'zona rossa'. 

Banner

Alla riunione erano presenti i componenti dell’Unità di crisi regionale per l’emergenza, allargata ai commissari delle aziende sanitarie e ospedaliere della regione, i dirigenti della Protezione civile regionale e una lunga serie di rappresentanti del mondo istituzionale, politico, sindacale, economico e sociale. C'era anche il commissario ad Guido Longo che ha chiesto di speculare (politicamente) sui vaccini. L'ex prefetto di Vibo ha puntualizzato che dovrà essere redatto un nuovo piano vaccinale regionale (per adesso ne esistono due versioni), che sarà quello "definitivo" e che dovrà contemplare il supporto della Difesa e della Prociv nazionale. Peraltro, Spirlì ha ribadito che il commissario nazionale per l'emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, sarà in Calabria in settimana. 

Banner

Sui numeri dei ricoveri, Longo non si è detto particolarmente preoccupato per il tasso di occupazione dei posti letto. Sui vaccini, Spirlì ha riferito i dati sulle dosi consegnate e somministrate. "Al momento, ne abbiamo somministrate circa il 70%. In totale, dei 282.989 vaccini a disposizione, ne sono stati inoculati 212.994, con una giacenza di 70.296, pari al 30%, quota richiesta del range di sicurezza". Spirlì poi ha annunciato che domani sono in arrivo 21 mila dosi Pfizer e che a partire dal 29, le consegne raddoppieranno a "42-45 mila". A queste si aggiungeranno quelle di Astrazeneca e Moderna.

Banner

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner