Nuoto, Calabria Swim Race vince la Coppa Brema: premio “Michele Tavone” al tecnico catanzarese Giovanni Celano

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Nuoto, Calabria Swim Race vince la Coppa Brema: premio “Michele Tavone” al tecnico catanzarese Giovanni Celano

  25 dicembre 2021 09:57

 Ancora una vittoria per la Calabria Swim Race di Catanzaro al termine della Coppa Caduti di Brema. Si conclude con il tripudio giallorosso l’importante evento svolto nella piscina Campagnano nel ricordo delle 46 vittime che il 28 gennaio 1966 all’aeroporto di Brema persero la vita tra cui sette atleti della Nazionale di Nuoto, il loro tecnico Paolo Costoli ed il commentatore RAI, Nico Sapio. Ogni anno nel mese di Dicembre si rende onore a questi atleti che venivano considerati come la nazionale più forte che l’Italia avesse mai espresso dal dopoguerra.

Un altro traguardo storico, dunque, l’ennesimo per la compagine del duo Domenico Gallo e Mirella Mirarchi, che da qualche anno nel settore nuoto risulta essere autentica outsider. Le graduatorie finali prevedevano due classifiche differenti, maschile e femminile. La sezione maschile ha evidenziato lo strapotere dei ragazzi terribili del duo Celano – Lo Forte, che hanno dimostrato di possedere qualità superiori agli avversari con prestazioni a dir poco esaltanti. Trascinati da un superlativo Giovanni Caserta, i giallorossi hanno conquistato il primo posto con ben 10378, il secondo posto è andato alla Pianeta Sport di Reggio Calabria (8910 punti) mentre il gradino più basso del podio alla società Aqa (8683 punti). Nella femminile i ben 7977 punti non sono bastati per la doppietta finale ma il secondo posto conferma l’alto livello ormai raggiunto dalla compagine catanzarese in questa disciplina.

Banner

Durante la manifestazione è stato consegnato all'allenatore della Calabria Swim Race, Giovanni Celano, il premio speciale Fin Calabria "Michele Tavone". Un riconoscimento al tecnico catanzarese per i risultati raggiunti e per il contributo fornito alla crescita del movimento natatorio calabrese in tutti questi anni. A consegnarlo Antonella Tavone, figlia dello scomparso allenatore, in un momento ricco di emozione. 

Banner

 
 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner