Nuovo bando sulla riscossione, Talarico in commissione: "Aperto il confronto". Di Lieto: "Stop alle esecuzioni in corso"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Nuovo bando sulla riscossione, Talarico in commissione: "Aperto il confronto". Di Lieto: "Stop alle esecuzioni in corso"

  09 ottobre 2019 17:57

“La commissione risorse finanziarie si è riunita oggi a Palazzo de Nobili per avviare un confronto in merito all’iter che l’amministrazione comunale si appresta a definire con il nuovo bando per l’affidamento del servizio di riscossione dei tributi per conto dell’ente”.

Lo rende noto il presidente dell’organismo consiliare, Fabio Talarico, evidenziando che "nel corso dell’incontro sono stati auditi anche i rappresentanti di alcune associazioni dei consumatori del territorio al fine di recepire eventuali segnalazioni e proposte da portare all’attenzione dell’amministrazione. Essendo scaduto il rapporto contrattuale con Soget – spiega Talarico – è importante che in questa fase preliminare alla pubblicazione del nuovo bando di gara possa aprirsi un confronto partecipato e condiviso con gli uffici preposti, avendo come obiettivo quello di garantire un servizio fondamentale dal punto di vista economico e finanziario per l’ente. Siamo consapevoli del ruolo prezioso che la futura società aggiudicataria sarà chiamata a ricoprire per la riscossione coatta delle somme. La commissione si è, perciò, determinata, in maniera condivisa, nel verificare, su proposta della consigliera Costanzo, la possibilità di sospendere l’efficacia di eventuali procedure avviate da Soget dopo la scadenza contrattuale. Inoltre, sarà richiesto un apposito incontro con il dirigente del settore servizi finanziari per avere un quadro chiaro, dal punto di vista tecnico e procedurale, sull’iter amministrativo in via di ultimazione”.

Banner

Fin qui la nota ufficiale di Palazzo De Nobili. Indubbiamente la situazione sul servizio di riscossione del Comune di Catanzaro entra in una fase delicata. L'affidamento è scaduto a metà settembre. C'è stato un ritardo nella pubblicazione del nuovo bando, motivato dagli uffici con "la carenza di personale". Presente anche il Codacons, con il vicepresidente nazionale Francesco Di Lieto, che ha chiesto di sospendere tutte le esecuzioni in corso e di stabilire dei paletti per porre un freno a pignoramenti e fermi effettuati per cifre ridicole. 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner