Nuovo decreto: il testo in Gazzetta. Le regole per i congedi dei genitori con i figli in dad o positivi e il bonus baby sitting

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Nuovo decreto: il testo in Gazzetta. Le regole per i congedi dei genitori con i figli in dad o positivi e il bonus baby sitting

  13 marzo 2021 17:28

In tutta Italia le festività Pasquali saranno in zona rossa. Dal 15 marzo e fino al 2 aprile sparisce la zona gialla: si applicheranno le misure della zona arancione. La zona rossa scatta in automatico se c'è un'incidenza settimanale dei contagi superiore a 250 casi ogni 100 mila abitanti. Inoltre, i presidenti delle Regioni potranno adottare misure più restrittive di quelle della zona rossa in particolari circostanze. Sono queste le principali misure della nuova stretta varata dal governo nel Consiglio dei ministri di ieri. Il testo del decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Nei tre giorni rossi del 3,4 e 5 aprile è concessa la possibilità di spostarsi all'interno della Regione (quindi anche fuori comune) per una volta al giorno per far visita a parenti e amici, pur con il limite di due persone (a cui si può aggiungere un minore o un disabile). 

SCARICA QUI IL DECRETO PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE

Banner

FIGLI IN DAD O POSITIVI: I CONGEDI AI GENITORI DIPENDENTI E IL BONUS BABY SITTING RISTRETTO AD ALCUNE CATEGORIEI- Il provvedimento contiene inoltre misure di sostegno alle famiglie nel caso in cui per le scuole frequentate dai figli. E' previsto che il genitore di un figlio minore di 16 anni svolga il lavoro (da dipendente) in modalità agile "in tutto o in parte alla durata della sospensione dell'attività didattica in presenza del figlio, alla durata dell'infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonché alla durata della quarantena del figlio disposta dal Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di contatto ovunque avvenuto". Se i genitori non possono lavorare in modalità agile allora scatta l'istituto del congedo, però riferito ai minori di 14 anni. Chi si astiene dal lavoro per i casi sopra descritti ha diritto a ricevere un'indennità pari al 50% della retribuzione. Inoltre "in caso di figli di età compresa fra 14 e 16 anni, uno dei genitori, alternativamente all'altro, ha diritto, al ricorrere delle condizioni di cui al comma 2, primo periodo, di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione o indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro. 6. I lavoratori iscritti alla gestione separata INPS, i lavoratori autonomi, il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, impiegato per le esigenze connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alla categoria dei medici, degli infermieri, dei tecnici di laboratorio biomedico, dei tecnici di radiologia medica e degli operatori socio-sanitari, per i figli conviventi minori di anni 14, possono scegliere la corresponsione di uno o più bonus per l'acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 100 euro settimanali". Il bonus era prima esteso a tutte le categorie del privato, in questa versione sono invece indicate nel dettaglio. (g.r.)

Banner

LEGGI QUI IL NUOVO DECRETO: PASQUA IN ROSSO, SPARISCE IL GIALLO

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner