Occhiuto già pregusta la vittoria: "E' vicina per le divisioni nel centrosinistra. Ottimi rapporti con Spirlì"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Occhiuto già pregusta la vittoria: "E' vicina per le divisioni nel centrosinistra. Ottimi rapporti con Spirlì"

  22 giugno 2021 12:45

"I primi mesi di questa legislatura sono stati mesi straordinari nei quali si è dimostrato che la Calabria può avere una grande classe dirigente che non ha complessi rispetto alla classe dirigente del resto del Paese. Rispetto a questo modo di proporre la Calabria sicuramente ci sarà continuità. Non ho intenzione di utilizzare Jole Santelli come vessillo in campagna elettorale. La memoria di Jole non appartiene solo a una parte della politica ma a tutti i calabresi e così sarà negli anni". Così il candidato alla presidenza della Regione Calabria del centrodestra Roberto Occhiuto prima dell'incontro con i leader nazionali a Lamezia Terme.

Banner

OTTIMI RAPPORTI CON SPIRLI'- Tallini chiede a Spirlì di candidarsi per 'guadagnarsi' la vicepresidenza. Occhiuto respinge la domanda: "Lo si chieda a Tallini. Spirlì è indicato come vicepresidente ha avuto l'onere di guidare la Regione in un momento difficile. I miei rapporti con Spirlì sono ottimi".

Banner

HO PARLATO CON DRAGHI SUI PROBLEMI DELLA SANITA' CALABRESE. CI VUOLE GENTE COMPETENTE- "Ho avuto l'onore di parlare con Draghi più volte e con lui ho discusso dei problemi della sanità calabrese. Mi è parso di capire - ha rivelato- che per il governo l'istituto del commissariamento possa essere rivisto. Nel caso fossi eletto chiederò al governo di restituire la sanità ai calabresi oppure di nominare un commissario che capisca da sanità. Per 12 anni è stata gestita dal governo nazionale e non sono migliorate le prestazioni essenziali e i conti della sanità. La comunità nazionale, che è vittima di un pregiudizio verso la Calabria, ha ritenuto che ci dovessero essere generali dei carabinieri, della guardia di finanza mai persone competenti. Ai calabresi non interessa se a governare la sanità c'è il presidente della Regione o un commissario, ai calabresi interessa che ci sia qualcuno che capisca di sanità e di essere cittadini di serie A".  "La Calabria - ha proseguito- è una regione governabile. Governare la Calabria per chi ci è nato, chi ci appartiene è la cosa più bella. Questa regione ha problemi gravissimi, a partire dalla 'ndrangheta che deve essere estirpata con tutte le forze ma anche tante risorse che meritano di essere raccontate al Paese". 

Banner

STRADA NON IN SALITA PER LE DIVISIONI NEL CENTROSINISTRA- Vittoria vicina? Occhiuto risponde così: "Non sarei onesto se dico che penso che la strada sia in salita per il centrodestra. A causa delle divisioni nel centrosinistra sarà abbastanza semplice vincere. La vittoria vera la conseguiremo quando dimostreremo ai calabresi e alla comunità nazionale che sappiamo governare.".   

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner