Ombre sulle comunali di Catanzaro: in quattro votano per un candidato ma non si trovano le preferenze

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ombre sulle comunali di Catanzaro: in quattro votano per un candidato ma non si trovano le preferenze
Una persona al voto
  24 giugno 2022 14:01

Di voti per Francesco Mancuso alla fine non ce n'erano manco uno nella sezione 83, a Lido: da questa constatazione parte la denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Catanzaro da parte di quattro elettori si sono recati due domeniche fa per votare il candidato Francesco Mancuso, avvocato del foro di Catanzaro, della lista “Catanzaro al Centro” barrando contestualmente come preferenza il candidato sindaco Antonello Talerico.

Nella denuncia viene messo in rilievo che il voto era stato correttamente espresso, senza possibili errori nella compilazione della scheda elettorale, tali da poter portare a un eventuale annullamento della stessa. Ma qualcosa di strano accade giorno 13 giugno all’esito dello spoglio elettorale. Dai conteggi effettuati in quel seggio, confrontando i dati forniti via internet dal Comune, i quattro elettori si accorgono che il loro candidato ottiene zero preferenze in quella sezione. Una stranezza però deve esserci stata, visto che alla fine il risultato elettorale era chiaro: zero voti alla sezione 83.

Ora i quattro elettori chiedono chiarezza, per capire se il voto, o una parte di esso, è stato alterato.


Mancuso ha commentato così: "Faccio riserva di ogni più opportuna azione a tutela della libera espressione del voto popolare. Se le accuse si dimostrassero vere, cosa di cui non ho ragione di dubitare, ci troveremmo dinnanzi ad un fatto di una gravità inaudita. Ancora una volta, sarebbe stata minato, in piccola o grande parte, la libera espressione del voto, arrecando un irreparabile pregiudizio a tutta la
comunità democratica catanzarese. Mi auguro che chiunque abbia sbagliato, colposamente o dolosamente, ne risponda alla giustizia. Confido nel lavoro alacre che la magistratura saprà svolgere al fine di accertare i fatti denunziati da questi bravi ed onesti cittadini. Voglio precisare che a prescindere dal colore politico, laddove si parli di (presunti) brogli elettorali, si origina un vulnus al
sistema elettivo intero. La mia battaglia per arrivare fino in fondo alla verità, pertanto, sarà una battaglia per tutti i catanzaresi stanchi dei soprusi, delle malefatte e dell’incompetenza. E’ ora di reagire con forza nell’alveo democratico e di smettere di accettare passivamente le angherie subite". 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner