Omofobia a Crotone. Dopo l'aggressione di un 15enne, la condanna dei consiglieri comunali: "E' già stato privato di poter vivere la propria libertà"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Omofobia a Crotone. Dopo l'aggressione di un 15enne, la condanna dei consiglieri comunali: "E' già stato privato di poter vivere la propria libertà"

  29 giugno 2021 11:31

Riceviamo e pubblichiamo

"Leggiamo dell'aggressione contro un ragazzo gay. Un nostro ragazzo, un concittadino, non occorre nemmeno andare troppo lontano con l'immaginazione. Come ci si sente ad essere pestati a sangue, circondati da codardi che guardano e stanno attenti che non arrivi nessuno? Come ci si sente ad essere vessati, umiliati, insultati solo perché si ha il coraggio di essere se stessi a 15 anni? Potrebbe essere nostro figlio, nostro fratello, nostro nipote, semplicemente un nostro amico e il solo pensiero ci annienta perché ad oggi non c'è una legge che punisce severamente una violenza del genere.

Banner

E no, non è stata una semplice lite. Pensiamo a quel ragazzo che ha poco più di 15 anni ed è già stato privato da mano estranea di poter vivere la propria liberta. Quella libertà che non si capisce perché dia tanto fastidio a così tanta gente.

Banner

Eppure diciamo che l'amore unisce, che cambierà il mondo, ma a quanto pare solo un certo tipo di amore può andar bene. Quindi anche l'amore dobbiamo catalogare ora? C'è quello consentito e quello proibito. Ma l'amore non è un sentimento "neutrale" ? Forse l'unico che ci rimane, quello più naturale di tutti perché quando scoppia non fai in tempo ad accorgertene".

Banner

Floriana Mungari, Consigliera Comunale 
Chiara Capparelli, Consigliera Comunale
Claudia Riganello, Consigliera pari opportunità
Alessandro Manica, Consigliere Comunale
Iginio Pingitore, Consigliere Comunale

 

LEGGI ANCHE QUI: Omofobia. Un ragazzo di 15 anni aggredito a Crotone, il padre: "Serve il decreto Zan" 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner