Ortopedico condannato a restituire al "Pugliese" 220 mila euro: alt della Commissione Tributaria

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ortopedico condannato a restituire al "Pugliese" 220 mila euro: alt della Commissione Tributaria

Il medico catanzarese assenteista ha ottenuto la sospensione della cartella esattoriale, in attesa della decisione nel merito

  17 dicembre 2022 08:33

di STEFANIA PAPALEO

Il dottore ortopedico Giuseppe Monterosso non dovrà versare all'ospedale "Pugliese" di Catanzaro gli oltre 220 mila euro decisi dai giudici della Corte dei conti in sede di Appello. Almeno per ora.

Banner

La  Commissione Tributaria Provinciale di Catanzaro, infatti, ha disposto la sospensione della relativa cartella esattoriale, che era stata impugnata dal medico per mezzo dell'avvocato Stefania Rania, rinviando ogni decisione all'udienza di merito da fissare nei prossimi mesi.

Banner

Resta, dunque, ancora aperta la vicenda che vede  il medico accusato di aver falsificato la rendicontazione delle attività di servizio svolte tra marzo 2014 e febbraio 2015 presso l’IRCCS Humanitas di Rozzano (MI), dove era stato inviato in comando dall’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro per necessità di aggiornamento professionale e, una volta rientrato alla sede catanzarese, di avere, in molteplici occasioni, utilizzato modalità fraudolente per certificare la propria presenza in servizio.

Banner

Accuse che, a marzo del 2020, gli erano costate la sospensione per 1 anno, nell'ambito dell'inchiesta "Camici liberi" portata avanti dalla Procura della Repubblica di Catanzaro.

LEGGI QUI LA NOTIZIA DELL'INDAGINE CAMICI LIBERI

Una misura interdittiva, quella disposta a carico di Monterosso, che, dopo neanche un anno, a gennaio del 2021, si era tramutata in una misura cautelare agli arresti domiciliari, per avere il medico partecipato a un concorso pubblico dichiarando falsamente di essere in servizio presso l'ospedale "Pugliese" nonostante la misura cautelare (ancora valida) e la correlata sospensione disciplinare emessa dall’Azienda ospedaliera di appartenenza.

LEGGI QUI LA NOTIZIA DEGLI ARRESTI DOMICILIARI

Quindi, l'avvio del procedimento penale e di quello contabile per danno erariale, che ha portato a una prima condanna del medico a poco più di 150 mila euro, lievitata a 226.772,99, in accoglimento dell'appello proposto dall’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”. Da lì la cartella esattoriale emessa dall'Agenzia delle Entrate, ora sospesa dalla Commissione tributaria, che ha condiviso le argomentazioni portate avanti dall'avvocato Stefania Rania.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner