"Padre", presentato a Taverna il libro dello scrittore Costantino Mustari

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Padre", presentato a Taverna il libro dello scrittore Costantino Mustari

  10 gennaio 2024 16:09

di GIANCARLO SPADANUDA

Recentemente è stato presentato a Taverna, il libro postumo del noto scrittore Costantino Mustari dal titolo: “PADRE”, ove viene narrata la disperata ricerca del “padre”, con presentazione a cura-della eterea ed eclettica Elena Dardano, scrittrice, traduttrice, e fondatrice del Hyle Book Festival che si tiene ogni anno in Villaggio Mancuso.

Banner

Il tema della ricerca del proprio “padre”, è sentito molto dai giovani di oggi: quelli del ‘68 rifiutavano il padre,quelli di oggi lo cercano. Sorgono alcune riflessioni.

Banner

Se Dostoevskij fa dire ad Ivan Karamazov: “chi non desidera la morte di suo padre?”,è pur vero che Saul Bellow (premio Nobel per la letteratura) fa dire ad Herzog:”ho fame di paternità”.

Banner

Anni fa è stato fondato l’ISP:Istituto Studi sulla Paternità”,allo scopo di “promuovere lo studio della paternità con particolare riguardo agli aspetti psicologico, pedagogico, sociale, biologico, storico, giuridico”.Sono stato tra i fondatori dell’ ISP,e responsabile per la Calabria, ove il “problema della rivalutazione della paternità è molto sentita” (intervista al Presidente Quilici). Nelle sentenze di separazione dei coniugi i figli vengono generalmente non affidati al padre (e perché mai?) ;oggi però esiste il “ joint custody” (cioè affidamento congiunto ad entrambi i genitori) : esso può prevenire o ridurre i disturbi emotivi dei figli conseguenti alla divisione dei genitori, alla perdita di contatto con uno di essi.

Ebbene,il sottoscritto ottenne, a suo tempo, il primo affidamento congiunto in Italia, a Catanzaro, dei grandi figli Simonluca ed Alberto:imitato ampiamente; fu opera di grande coraggio giuridico:ne parlarono i media, anche con interviste e commoventi filmati della RAI.

“PADRE” valorizza l’amore paterno, perchè se è vero che il “figlio” cerca disperatamente il “suo padre”,è pur vero che “il padre” si fa disperatamente cercare dal “proprio figlio”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner