"Paghi e libereremo suo figlio": anziana derubata in casa a Catanzaro anche delle fedi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Paghi e libereremo suo figlio": anziana derubata in casa a Catanzaro anche delle fedi

  05 gennaio 2024 14:41

di STEFANIA PAPALEO

Finti carabinieri, finti tecnici dell'Enel o semplicemente malviventi in giacca e cravatta: cambia scenario, ma non copione, con anziane truffate e derubate senza che nessuno veda o senta nulla anche nei quartieri più popolosi. Ed è ormai allarme a Catanzaro.

Banner

L'ultimo episodio in ordine di tempo si è verificato ieri a Pontepiccolo, dove un'anziana donna si è vista portare via perfino la catenina d'oro che portava sempre al collo e sfilare le fedi nuziali sua e del marito deceduto, quasi uno sfregio da parte di chi avrebbe bussato alla sua porta chiedendole una ingente somma di denaro in cambio della libertà del figlio da loro preso in ostaggio, con un documento da firmare per il rilascio.

Banner

Inevitabile il senso di panico e paura provati dalla donna, che intanto veniva anche trattenuta al telefono da un complice, rimasto sotto casa a svolgere il ruolo di palo, in attesa di mettere in moto l'auto a bordo della quale fuggire a tutto gas insieme al delinquente che, dopo essersi introdotto in casa, aveva già provveduto a mettere le mani su denaro e gioielli consegnati dall'ingenua madre interessata solo a salvare il figlio.

Un episodio gravissimo, dunque, che va ad allungare l'elenco di truffe sempre più brutali messe a segno in città da malviventi senza scrupoli che, peraltro, continuano a farla franca nonostante l'allarme lanciato dalle forze dell'ordine e i controlli sempre più serrati comunicati alla popolazione.
LEGGI QUI ANALOGA TRUFFA PERPETRATA IN VIA BUCCARELLI

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner