Palazzo Reale di Milano ha ospitato la presentazione del libro del professore calabrese Raffaele Gaetano

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Palazzo Reale di Milano ha ospitato la presentazione del libro del professore calabrese Raffaele Gaetano

  12 giugno 2024 10:48

di MASSIMILIANO LEPERA

Il meraviglioso Palazzo Reale di Milano ha fatto da cornice alla presentazione del nuovo libro del professore, scrittore e filosofo calabrese Raffaele Gaetano, dedicato al sublime nella poetica di Giacomo Leopardi. Ne hanno discusso, davanti ad un folto e qualificato pubblico, Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale di Milano, Giancarlo Lacchin, professore di Estetica nell’Università Statale di Milano, Giuseppe Polimeni, professore di Storia della lingua italiana nello stesso ateneo. Insieme all’autore è intervenuto anche Max Marra, tra i maggiori artisti italiani contemporanei.

Banner

L’opera, dal titolo Silenziosa Luna e altri sublimi leopardiani, si presenta come un raffinato progetto editoriale in cui le decennali e apprezzate ricerche dello studioso calabrese si accompagnano e armonizzano con dieci acquerelli originali appositamente realizzati dal maestro Max Marra.

Banner

Il tema del sublime, del resto, come è emerso dai contributi critici dei prestigiosi relatori, accompagna tutta la produzione del grande recanatese, per quanto il poeta vi faccia riferimento raramente. Raffaele Gaetano, la cui metodologia critica si inquadra da sempre in un ambito di ricerca tra letteratura e filosofia, aveva già prodotto altri due libri sui rapporti tra Leopardi e il sublime: il noto Giacomo Leopardi e il sublime (Rubbettino) e Leopardi e L’Infinito (Pellegrini).

Silenziosa Luna è pubblicato dall’editore LI (gruppo Libritalia), che ha inteso puntare su un’opera le cui accattivanti caratteristiche ne fanno un riferimento di assoluto prestigio negli studi leopardiani. Insomma, un ulteriore passo verso la consapevolezza dell’ecumenismo culturale e di quanto la poliedricità rappresenti sempre più la linfa della società. E in questo il professor Gaetano è sempre un concreto e vivido esempio costante.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner