"Perché NO ponte", l'iniziativa di Anpi il 17 giugno a Catanzaro 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Perché NO ponte", l'iniziativa di Anpi il 17 giugno a Catanzaro 

  12 giugno 2024 12:53

Da più parti, e non da oggi, si sono susseguite denunce di ogni tipo sull’inutilità del famigerato “ponte sullo stretto”, denunce serie, circostanziate, supportate da importanti studi: dai costi stratosferici all’impatto ambientale. Altre sono le priorità dei nostri territori. Non si tratta di contestazioni generiche, basti pensare alle puntuali osservazioni arrivate dalla Commissione Tecnica sulla Valutazione di Impatto Ambientale (CTVIA) le 221 richieste principali di integrazione al cosiddetto progetto definitivo 2024 del ponte, pubblicate sul portale online VIA-VAS (155 relative alla VIA e 66 relative alla Valutazione di Incidenza sui siti della Rete Natura 2000 e su tutte le componenti ambientali più rilevanti), a cui si aggiungono 16 richieste di integrazioni inerenti il Piano di utilizzo delle Terre e 2 relative alla Verifica di ottemperanza. Integrazioni richieste dalla Commissione Tecnica VIA (CTVIA).

Lo scrive il Comitato provinciale ANPI Catanzaro

Banner

Richieste che attestano l’impossibilità di approvare il progetto (non) definitivo, di passare al progetto esecutivo e di aprire i cantieri prima dell’estate o entro fine anno. La propaganda della Lega e dell’intero Governo invece procede senza interruzioni, promesse mirabolanti di posti di lavoro, rilancio dell’economia al sud, insomma solo promesse senza tenere conto della realtà dei fatti. Non è solo un problema di Reggio Calabria e Messina, riguarda il futuro di tutti.

Per questo ne vogliamo parlare con chi da sempre si è opposto alle menzogne del ponte Lunedi 17 giugno alle 18 presso il Dopolavoro ferroviario nel quartiere Lido. Dopo l’introduzione di Mario Vallone, presidente ANPI Catanzaro seguiranno gli interventi di Anna Parretta, presidente Legambiente Calabria, Angelo Sposato, segretario generale regionale Cgil, Domenico Gattuso, docente Università Mediterranea.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner