Piano strutturale comunale a Belcastro, la Minoranza interroga il sindaco sull'evoluzione dell'iter amministrativo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Piano strutturale comunale a Belcastro, la Minoranza interroga il sindaco sull'evoluzione dell'iter amministrativo

  15 giugno 2022 19:23

"Facendo seguito ad alcune affermazioni ribadite dal Sindaco nell’Assise del Consiglio Comunale, ci vorremmo soffermare e chiedere al primo cittadino lumi sulla tragica situazione del PSC (Piano strutturale Comunale), rimarcando l’importanza strategica per l’intero territorio. Prima di porle alcune domande è giusto soffermarci su quanto è stato esposto nel Consiglio del 30 Maggio  c.a., durante il quale è stato pubblicamente affermato dal Sindaco e da un presunto tecnico comunale, che sul PSC non esistesse alcuna documentazione o attività eseguita negli ultimi anni. Dichiarazione falsa e senza alcun fondamento, ma veniamo al dunque".

A chiederlo, in una missiva diretta al sindaco di Belcastro Antonio Torchia, sono i Consiglieri di Minoranza Vincenzo Gemelli e Mario Cristiano, che scrivono ancora: 

Banner

"Già nel 2007, l’amministrazione Ciacci aveva iniziato l’iter, invitando a partecipare al confronto avuto in sala consigliare, tutti i cittadini e attività interessate, con lo scopo di recepire osservazioni. Finito l’iter di partecipazione, è stato dato indirizzo ai professionisti esterni incaricati di tener conto di tutte le richieste ricevute.

Banner

Con deliberazione di Giunta Municipale n.16 del 04-04-2012, veniva preso atto della nota della Regione Calabria Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio (prot. n. 0057960 del 16.02.2012) in merito alla convenzione rep.263 del 31.01.2012, regolante il finanziamento per la realizzazione dei Piani Strutturali Comunali per un finanziamento di € 8.613,28.

Banner

Con determinazione del Responsabile del Servizio n.13 del 23.04.2012 veniva dato all’Arch. Mignoli, all’arch. Fabrizi, al dott. Leuzzi e al Dott. Saturnino, l’incarico della redazione del PSC e della Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.).

Con deliberazione di Consiglio Comunale n.11 del 07/08/2019 è stato riavviato l’iter conclusivo per l’approvazione finale del PSC, in seguito alla quale i tecnici incaricati, con nota acquisita al prot. n. 3061 del 02.09.2019 hanno trasmesso gli elaborati del documento preliminare del Piano Strutturale Comunale, composta da circa 18 allegati tra relazioni, stampe planimetrie, vincoli ambientali ecc….

Il D.P. (documento preliminare del PSC), è stato più volte posto in discussione sia dall’amministrazione Pace che dalle amministrazioni precedenti, che lo hanno ritenuto idoneo, in quanto mira al conseguimento degli obiettivi di sviluppo durevole da perseguire attraverso il P.S.C., in coerenza con gli atti trasmessi dai tecnici incaricati.

Lo stesso D.P. ai fini conoscitivi e pubblicitari è stato pubblicato sul sito del Comune di Belcastro con invito ai cittadini di assicurare adeguate proposte collaborative per la formazione del PSC.

Con delibera di Giunta PACE n.85 del 04/09/2019 è stato adottato il Documento preliminare contenente gli obiettivi ed i criteri di impostazione del Piano Strutturale Comunale e proposto al Consiglio Comunale l’adozione di tale atto, al fine di dar corso all’iter conclusivo.

In ossequio a quanto previsto dalla Delibera n.85/2019, in data 20/09/2019 è stato prodotto avviso sul sito istituzionale da parte del Tecnico Comunale, per la riapertura dei termini di invio di proposte collaborative utili alla formazione del nuovo strumento urbanistico con scadenza di 45 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso e quindi entro il 04.09.2019.

Dopo ben quasi 3 anni di distanza del PSC non si ha più traccia. Inoltre in un articolo di stampa leggiamo che il Sindaco dichiara di aver riavviato l’iter per mancanza di documenti! Questo ha del clamoroso! Visto tutti i documenti su citati e prodotto negli anni. Invitiamo pertanto il Sindaco a ricercare bene negli archivi la documentazione perché riteniamo che per essere concluso l’iter ha veramente bisogno di piccoli interventi amministrativi, e ciò potrebbe portare nelle casse comunali quasi 70.000-80.000 euro annui di gettito.

Inoltre vorremmo approfittare per chiedere al Sindaco che fine ha fatto il progetto presentato in Regione in seguito a convenzione con RFI per dismissione passaggio a livello. La convenzione siglata dall’Amministrazione Pace prevedeva l’investimento di RFI di due milioni di euro per costruzione di nuova rotatoria al bivio  Arango, collegata al cavalcavia di Botricello e accesso di una prima strada che collegava l'attuale strada di accesso al villaggio Nirvana, la seconda strada che doveva fungere da "lungomare" per collegare Belcastro marina a Botricello. Un anno fa in un tavolo tecnico, forse l’ultimo, il Sindaco disse di aver fatto saltare l’accordo. E ora? Si è perso pure questo finanziamento? Aspettiamo un suo riscontro".

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner