Play-off, Padova e Catanzaro in campo alle 19: le probabili formazioni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Play-off, Padova e Catanzaro in campo alle 19: le probabili formazioni
Iemmello si fa largo tra le maglie dei veneti
  29 maggio 2022 08:23

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA (da PADOVA)

SERIE C - PLAY-OFF

Banner

SEMIFINALE - GARA DI RITORNO

Banner

PROBABILI FORMAZIONI

Banner

Us Catanzaro 1929 (3-5-2): Branduani; Martinelli, Fazio, Scognamillo; Bayeye, Verna, Cinelli, Sounas, Vandeputte; Biasci, Iemmello. All.: Vivarini

Calcio Padova (4-3-3): Donnarumma; Germano, Valentini, Ajeti, Kirwan; Saber, Ronaldo, Dezi; Chiricò, Santini, Bifulco. All.: Oddo

Arbitro dell’incontro: Daniele Rutella di Enna; assistenti: Cosimo Cataldo di Bergamo e Roberto Fraggetta di Catania; quarto ufficiale: Mario Cascone di Nocera Inferiore

Note: poco nuvoloso, circa 20 gradi; terreno in erba naturale; 

spettatori

ammonitiespulsicalci d’angolo;

Stadio "Euganeo" di Padova. Play-off, semifinale - gara di ritorno.

Fischio d’inizio: ore 19.00 (diretta streaming su Eleven Sports e Sky canale 253)

PADOVA

Quarta gara dei play-off per i ragazzi del tecnico Massimo Oddo.

I veneti sono reduci da un sofferto pareggio esterno maturato mercoledì scorso al Ceravolo contro un ottimo Catanzaro che tuttavia non riesce a finalizzare la grossa mole di gioco.

I biancoscudati rimaneggiati per via di qualche assenza forzata fanno una gara tutta difensiva cercando di sfruttare i pochi spazi a disposizione lasciati dai padroni di casa.

Ronaldo e compagni oggi dovranno senza dubbio scoprirsi di più se vorranno ottenere la qualificazione lasciando così qualche spazio in più agli ospiti.

Stadio Euganeo praticamente pieno con circa 7mila 200 biglietti venduti e settore ospiti tutto esaurito.

Per questa gara decisiva il tecnico di città Sant'Angelo pare voglia tornare al 4-3-3, ma nulla esclude la riconferma di una difesa a 3.

Mister Massimo Oddo alla vigilia di Catanzaro-Padova:

"Stiamo bene, siamo carichi, sappiamo che sarà una partita complessa, d’altronde è una semifinale. Troviamo un avversario forte, e sarà bella anche da vedere, ma non siamo da meno. Siamo convinti dei nostri mezzi".

E aggiunge: "Sarà una partita simile all’andata, dobbiamo vincere noi e deve vincere anche il Catanzaro, bisogna cercare di non prendere gol ma anche di farlo, quando l’avversario è forte bisogna anche adeguarsi, ci siamo adattati al campo. A Catanzaro avevamo problemi anche di formazione, ora cercheremo di fare meglio in fase propositiva".

Poi dice: "Oggi abbiamo l’ultimo allenamento, al momento non ho scelto ma ho recuperato tutti a parte Busellato. Più spregiudicati rispetto a Catanzaro? È una questione di atteggiamento, vogliamo fare meglio in fase offensiva. La nostra idea è fare meglio dell’andata dal punto di vista della fase offensiva".

Il pubblico? "È stata aumentata la disponibilità dei tagliandi, la gente ci crede, abbiamo un ostacolo difficile da superare. Jelenic dal primo minuto penso sia difficile, ma per una ventina di minuti penso che possa entrarci".

Ronaldo? "Le valutazioni sono molteplici da fare, quando non ne avrà più uscirà, la partita potrebbe anche durare oltre i novanta minuti e ci devono essere valutazioni di un certo tipo. La fretta non serve a nulla. Ora siamo in perfetta parità, ora ci vuole lucidità e intelligenza".

Chiricò? "Adesso sta bene, aveva un problema prima di Catanzaro, ho preferito non mandarlo in campo dall’inizio anche in prospettiva del ritorno".

Il 3-5-1-1? "Era un piano di riserva, non avevo sostituti di Chiricò sul mancino e ho preferito così. Ho un’idea in testa, ma non sono un pazzo. Mi adatto alla squadra che ho".

Vivarini ha detto che hanno dominato? "Ognuno la vede a modo suo, vedremo alla fine”.

CATANZARO

Quarta gara dei play-off per i ragazzi di Vincenzo Vivarini, reduci da un pareggio al Ceravolo che sa di poco per un Catanzaro così autoritario tra le mura amiche.

Martinelli e compagni trascinati dai 12mila del Ceravolo (solo 56 tifosi ospiti collocati in Curva Est) costruiscono tanto e fanno una grande prestazione di sostanza dove manca solo il gol.

Le tre occasioni più nitide capitate sui piedi di Iemmello, Sounas e Vandeputte non vanno a segno salvando così la porta di Donnarumma.

Oggi all'Euganeo di Padova ci saranno circa 2mila tifosi giallorossi che arriveranno non solo dalla Calabria.

La tifoseria organizzata ha allestito alcuni pullman in viaggio da stanotte, ma sono già partiti mezzi privati, pulmini.

Numerosi fans hanno utilizzato treni e aerei. Insomma, trasferta dal sapore antico che rievoca vecchi tempi e tempi memorabili con molti, moltissimi sostenitori delle Aquile che arriveranno dalle città del Nord.

Formazione schierata con il 3-5-2 che forse proporrà qualche modifica iniziale tutte da scoprire.

In porta giocherà Branduani, autore di una gran parata sulla zampata di Santini.

La difesa sarà composta da MartinelliFazio e Scognamillo.

Sulla mediana, Cinelli e Verna, in vantaggio su Welbeck e Maldonado, 

sulla trequarti Sounas, in vantaggio su Max Carlini che oggi potrebbe rappresentare una chiave di volta del match.

Sulla fascia destra, ballottaggio tra Rolando e Bayeye, con il francesino favorito e il genovese prontissimo.

Dall'altra parte, il titolare sarà il belga Vandeputte.

Proprio la posizione del belga potrebbe rappresentare un tema tattico da seguire nel tentativo disorientare la forte difesa veneta.

Le punte saranno Biasci (o Cianci) e Iemmello. Non si escludono cambiamenti a sorpresa con Cianci e Bombagi che scalpitano. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner