Politiche 2022, le peculiarità del voto in Calabria e gli effetti sulla Regione (I RISULTATI)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Politiche 2022, le peculiarità del voto in Calabria e gli effetti sulla Regione (I RISULTATI)
Camera dei Deputati
  26 settembre 2022 18:40

L’Italia ha svoltato a destra. I risultati nazionali assegnano a Giorgia Meloni la prerogativa di formare il nuovo governo da presentare al presidente della Repubblica. La Calabria, con un tasso di astensione record, ha comunque le sue peculiarità. Ferma restando l’affermazione anche dal Pollino allo Stretto di Fratelli d’Italia, il Movimento Cinque Stelle è il primo partito in regione. Una roccaforte in cui i pentastellati, sebbene non ai livelli del 2018, sono riusciti anche a strappare un complicato seggio uninominale.

Nella coalizione vincente la compagine perdente è indubbiamente la Lega. Il partito di Salvini ha racimolato il 5,8% (arrotondato) contro il già non entusiasmante 8,9% nazionale. Può gioire invece Forza Italia. L’8,3% nel Paese del partito azzurro è lievitato al 16% nel territorio calabrese. Un bottino che il presidente della Giunta regionale Roberto Occhiuto è pronto a capitalizzare nei rapporti con il nuovo governo ‘amico’. Tra l’altro, anche per la Regione parte un valzer per niente neutro. A Roma andranno alcuni assessori della Giunta e consiglieri regionali.

Banner

Male la coalizione di centrosinistra al di sotto del 18%, con il Partito democratico sotto il 15%. I dem hanno sofferto non solo lo strapotere del centrodestra ma anche la concorrenza dei 5Stelle.

Banner

Di seguito i dati definitivi al Senato

Banner

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner