Politiche, FdI replica al PD: "Anche loro ammettono che vincerà Wanda Ferro"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Politiche, FdI replica al PD: "Anche loro ammettono che vincerà Wanda Ferro"

  11 settembre 2022 20:56

"La nota del Pd di Catanzaro ci dà una ulteriore iniezione di fiducia in questa ultima fase di campagna elettorale. I rappresentanti del Pd, infatti, prefigurano una doppia elezione di Wanda Ferro alla Camera, prendendo atto, in sostanza, che la candidata di Fratelli d’Italia vincerà il collegio uninominale di Catanzaro, e dimostrando di non dare credito al loro stesso appello a votare per la candidata Giusy Iemma. Una ammissione del genere vale, per noi, ancor più dei tantissimi sondaggi che danno il centrodestra vincente e Fratelli d’Italia primo partito in Italia. A questo punto i rappresentanti del Pd potrebbero suggerire a Giusy Iemma di dedicarsi a tempo pieno al suo impegnativo ruolo di vice sindaco e assessore comunale, considerata la situazione di emergenza della città dichiarata dal sindaco Fiorita, anziché costringerla a dedicare tempo prezioso a presenziare a manifestazioni e processioni". E' quanto si legge in una nota del coordinamento provinciale di Catanzaro di Fratelli d'Italia.

"E’ anche facile smontare l’accusa rivolta a Fratelli d’Italia, che secondo il Pd ne infischierebbe del rapporto  tra eletto ed elettore, avendo indicato come candidata del collegio del capoluogo una parlamentare come Wanda Ferro che ha sempre conciliato il suo impegnativo ruolo alla Camera - dove ha meritato gli importanti incarichi di vice capogruppo del partito e segretario della Commissione antimafia, e rappresentato in maniera autorevole la Calabria - con una presenza costante sul territorio di Catanzaro e dell’intera regione. Difficile pensare ad un politico che, più di Wanda Ferro, possa rappresentare non solo la connessione fra eletto ed elettore, ma anche un rapporto diretto e solido con il futuro premier della Nazione, Giorgia Meloni. Wanda Ferro, calabrese, è anche capolista di Fratelli d’Italia alla Camera al proporzionale, così come l’assessore regionale Fausto Orsomarso, calabrese, è capolista al Senato. Il Pd non tenti quindi il gioco delle tre carte parlando di colonizzazione del nostro territorio, ben sapendo che la gran parte delle ‘postazioni’ nella lista Dem sono state lasciate a candidati calabresi soltanto perché secondo i sondaggi sono considerate perdenti, e addirittura la posizione di capolista alla Camera in Calabria è stata ceduta al partito del ministro delle mascherine Speranza, nel rispetto degli accordi con ciò che è rimasto del campo largo di Letta. La candidatura di Eugenia Roccella in Calabria - come in Sicilia e in Puglia - è un motivo di orgoglio per un partito sempre più aperto al mondo dell’associazionismo e dei movimenti per la difesa della vita e della famiglia. Siamo contenti che anche i rappresentanti del Pd diano per certa la sua elezione: vuol dire che anche loro, sentendo gli umori della gente durante la campagna elettorale, sono consapevoli del grande risultato che Fratelli d’Italia avrà in Calabria, e che gli consentirà di eleggere diversi parlamentari. Aggiungiamo che se Eugenia Roccella dovesse essere eletta in un altro collegio, ciò aprirebbe le porte di Montecitorio ad un altro esponente calabrese di Fratelli d’Italia, il sindaco di Locri Giovanni Calabrese. Insomma lo scenario è quello di una importante pattuglia di parlamentari calabresi del partito che, con Giorgia Meloni, guiderà il governo della Nazione. Votare Fratelli d’Italia, quindi, è il modo migliore per fare contare di più la Calabria a Roma".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner