Porto di Lamezia Terme, la senatrice Silvia Vono (FI) incontra gli esponenti del ministero delle Infrastrutture 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Porto di Lamezia Terme, la senatrice Silvia Vono (FI) incontra gli esponenti del ministero delle Infrastrutture 

  12 maggio 2022 09:34

“Un ambizioso progetto, quello del Waterfront di Lamezia Terme, da 45 milioni di euro - presentato anche ad Expo Dubai lo scorso marzo - considerato come un'infrastruttura strategica di rigenerazione sostenibile per la Calabra intera”. 

E’ quanto ha detto la senatrice di Forza Italia Silvia Vono, che nei giorni scorsi  ha avviato una stretta collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, al fine di consentire una velocizzazione dei tempi necessari per lo studio e la bonifica delle zone demaniali su cui prenderà vita l'hub turistico.

Banner

«Questo gruppo di lavoro - ha commentato la senatrice - , con la presenza del dirigente della segreteria tecnica del Mims, Giuseppe Catalano e dei rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Lamezia Terme,  l’avvocato Antonello Bevilacqua ed il dirigente di LameziaEuropa, Tullio Rispoli, è un'ottima base di partenza affinchè venga concretizzata quest'occasione di sinergia».

Banner

Il progetto di rigenerazione urbana di quest'area del lametino coinvolge pubblici, privati e cittadinanza attiva, in un'impresa che stabilisce nuovi rapporti dai risvolti turistici che potrebbero risollevare le sorti dell'intera Calabria grazie a un modello di sviluppo sostenibile che recupera un territorio, quello dell'area ex Sir, da anni abbandonato e mai valorizzato. Bonifica ambientale, reindustrializzazione e turismo: è la chiave vincente per una visione comune che porta questo grande progetto di waterfront a generare nuovi flussi di lavoro e di innovazione sociale.

Banner

«Un porto accogliente, moderno ed attrezzato per le sfide del turismo mondiale - ha aggiunto la senatrice - che parta, però, da un miglioramento della viabilità interna e dalla bonifica di alcune aree del demanio attualmente bloccate da ecomostri che nulla hanno a che vedere con l'immagine di una Calabria efficiente che vogliamo rilanciare. Ed è qui che la politica deve dimostrare di saper gestire le situazioni nei tempi adeguati. Mi auspico quindi che questo sia il primo incontro che contribuisca realmente alla realizzazione di un grande progetto di sviluppo per una Calabria protagonista del suo futuro».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner