“Le innovazioni che stanno cambiando la frutticoltura”: giovedì seminario telematico con l'Istituto d'istruzione “Vittorio Emanuele II” e l'Università di Reggio Calabria

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images “Le innovazioni che stanno cambiando la frutticoltura”: giovedì seminario telematico con l'Istituto d'istruzione “Vittorio Emanuele II” e l'Università di Reggio Calabria
Locandina seminario su “Le innovazioni che stanno cambiando la frutticoltura”
  19 maggio 2020 11:05

Giovedì 21 maggio con inizio alle ore 10 l’Istituto d’Istruzione Superiore “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro ed il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria organizzano un seminario telematico  su  “Le innovazioni che stanno cambiando la frutticoltura”. La coltivazione delle piante da frutto in Calabria ha tradizioni molto antiche che si perdono nella notte dei tempi. Nel corso dei millenni essa ha plasmato la cultura e le tradizioni delle comunità locali, ne ha scandito i ritmi di lavoro ed i giorni di festa, ha disegnato i territori e il paesaggio.

Le innovazioni che hanno interessato questo settore nell’ultimo secolo hanno consentito di innalzare in modo significativo la produttività delle colture e lo standard qualitativo dei prodotti. Tuttavia, il massiccio ricorso alla chimica di sintesi e la notevole intensificazione colturale hanno portato, molto spesso, ad un graduale impoverimento degli ecosistemi frutticoli. Negli ultimi anni la presa di coscienza dell’insostenibilità di questo modello colturale sta gradualmente trasformando questo comparto. Il modello colturale che si sta facendo spazio è quello di una frutticoltura sempre più sostenibile, maggiormente attenta ai processi naturali e alla complessità e specificità locale degli ecosistemi e capace di innovarsi, attingendo anche agli antichi saperi della cultura rurale. La nuova frutticoltura per essere economicamente sostenibile e competitiva, in un mercato sempre più globale e aggressivo, richiede però una grande professionalità ed una cultura adeguata.
 
E’ infatti fondamentale che i nuovi operatori (consulenti tecnici, imprenditori, etc.) abbiano un adeguato “background” professionale che consenta loro di vincere questa sfida. In questo ambito, gli Istituti d’Istruzione Superiore ed i Dipartimenti di Agraria hanno un ruolo determinante. Inoltre, per consentire ai giovani studenti di sviluppare competenze specialistiche adeguate, è necessario che gli Istituti d’Istruzione Superiore e le Università lavorino in modo collaborativo e sinergico.

Da anni l’Istituto d’Istruzione Superiore “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro e il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, rappresentano dei punti e di riferimento per la formazione dei giovani che vogliono investire il proprio futuro in agricoltura. Il seminario, che ha lo scopo di illustrare ai giovani studenti le nuove strategie agronomiche adottate nella moderna frutticoltura nonché le competenze professionali richieste, si inserisce proprio in questa attività di intensa collaborazione tra i due Enti.

Questo il  Programma  del Seminario Telematico: si parte alle 10,00 con i saluti istituzionali della Dottoressa Rita Elia, Dirigente Istituto d’Istruzione Superiore “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro e del professore Alberto Carpino, Collaboratore DS e Responsabile dell’Azienda Agraria dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro. Alle 10,20 a introdurre i lavori sarà il professore Giuseppe Zimbalatti, Direttore del Dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. A seguire alle 10,30 si terrà la relazione su “Nuove tecnologie e competenze professionali per la frutticoltura del futuro” a cura del professore Rocco Mafrica,  Docente di Arboricoltura speciale - Dipartimento di AGRARIA, Università Mediterranea di Reggio Calabria"