Us Catanzaro 1929, doppia seduta di lavoro in vista di un ciclo di partite ravvicinate ed impegnative. Differenziato per Kanoute

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, doppia seduta di lavoro in vista di un ciclo di partite ravvicinate ed impegnative. Differenziato per Kanoute
Allenamento sul campo del PoliGiovino
  18 febbraio 2020 21:16

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Doppia seduta d’allenamento per Corapi e compagni. Al mattino, corsa per il recupero attivo. Nel pomeriggio, forza in palestra e partita. Kanoute ha lavorato a parte, mentre Di Livio è stato fermo.

Questo il resoconto di una giornata di sudore in vista di un delicatissimo impegno che vedrà le Aquile, sabato prossimo, sul campo della Virtus Francavilla. Ammonizione con diffida (IX infr.) per Carlo De Risio che probabilmente salterà la trasferta in terra pugliese, in vista del derby con la Reggina.

Già pronto Iuliano che già domenica scorsa ha dimostrato, nei pochi minuti di partita, la sua voglia di far bene. Un tiro potente e preciso, a pochi minuti dal novantesimo, per poco non faceva saltare di gioia i 5mila del Ceravolo. E invece, solo l’illusione del gol che ha lasciato le due squadre in parità. Il brasiliano ad ogni modo sembra essere pronto per sostituire l’ottimo De Risio che nelle ultime gare è cresciuto molto e sta dimostrando tutto il suo valore.

Per lui, tanta corsa ma anche tanta qualità che sta venendo fuori sicuramente dopo l’arrivo di Ciccio Corapi che ha preso in mano le chiavi del centrocampo. Il brasiliano ha caratteristiche diverse ma non meno importanti e poi fa la differenza la voglia di giocare e di dimostrare l’affetto ad una piazza che lo ha sempre apprezzato e che lo ha riaccolto a braccia aperte.

Sul fronte offensivo non dovrebbe cambiare nulla. Il tridente giallorosso sarà sempre quello: Carlini, Di Piazza, Tulli.
Il primo ancora non ha trovato lo smalto migliore ma sta lavorando con grande impegno per ritrovare una condizione fisica ideale.

Il centravanti di Partinico, malgrado i problemini di salute che lo hanno condizionato nei primi giorni, sta cercando di entrare nei meccanismi di gioco del tecnico. Corre, sgomita, rientra ma ancora non si è visto il vero Di Piazza. È ancora un po’ imballato e ha bisogno di tempo per trovare la forma giusta. Ma i gol di Rieti sono un primo assaggio di ciò che sa fare.

Il terzo invece è in uno stato di forma eccezionale. L’esterno offensivo di Fermo è arrivato a Catanzaro quasi a sorpresa ma sta facendo meglio di tutti. Segna, gioca con brillantezza e non mola mai. Davvero un grande avvio per lui.

Sulla stessa corsia opera Contessa, altro elemento di valore che sta dando un validissimo contributo sulla fascia sinistra. Così come Atanasov che opera da difensore centrale con attenzione e ordine. E poi Bleve, arrivato negli ultimi giorni di mercato per sostituire l’infortunato Di Gennaro, ma che sta dimostrando di non essere da meno. Domenica scorsa ha salvato il risultato in un paio di occasioni coprendo benissimo lo specchio della porta. Ottimo approccio anche per lui.

Infine, Corapi. Che dire di questo centrocampista. Detta i tempi del Catanzaro con esperienza e tecnica da vendere. Fenomenale sulle palle inattive. Per lui, il ritorno a casa rappresenta una doppia motivazione, oltre ad essere uno stimolo e una garanzia per tutti.

Complessivamente un Catanzaro rinnovato e rinvigorito grazie al ritorno del tecnico Auteri che ha saputo ridare stimoli alla squadra ed entusiasmo alla piazza. 10 punti in 4 partite. Il tecnico di Floridia non ama sviolinate e cali di tensione dei suoi. Sa bene che il girone di ritorno è duro e gli avversari vanno affrontati con rabbia e determinazione. "Concentrazione, applicazione, lucidità, agonismo" sono parole che devono entrare nel vocabolario dei calciatori. Le prossime partite saranno un banco di prova importante per testare la solidità di una rosa costruita per puntare in alto.