Postazione 118 di Taverna: a breve i lavori di rifacimento del tetto

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Postazione 118 di Taverna: a breve i lavori di rifacimento del tetto

  05 marzo 2024 10:21

di CARMINE MUSTARI

Inizieranno probabilmente in questi giorni i lavori di rifacimento del tetto della postazione del 118. A quanto pare l’Asp ha deciso di ripristinare una situazione di normalità dopo una serie di strali tra il primo cittadino e l’azienda sanitaria. Infatti tutto nasce in seguito alle dichiarazioni non certo benevole del sindaco Sebastiano Tarantino che lamentava che a distanza di più 10 mesi la sede del 118 di Taverna, in seguito al crollo di una parte del tetto non era stata ancora ripristinata nella funzionalità, né tanto meno erano iniziati i lavori per ovviare al disagio.

Banner

Poi è arrivata la risposta dell’Asp catanzarese risposta che respingeva ogni accusa al mittente e dichiarando attraverso un comunicato il massimo impegno dell’ente chiamato in causa, che si proponeva per la risoluzione del disagio.  Il sindaco di Taverna in seguito a tale dichiarazione auspica che il problema sia risolto a breve. Invece è nei cittadini che serpeggia il malumore, ritengono che il tempo di risposta e della risoluzione del disagio è stato eccessivo, come dare torto in effetti! Oramai i disagi legati alla sanità sono tanti e molteplici, e su questa fascia della Presila sembra tutto andare a ritroso, iniziando dalle carenze sanitarie.

Banner

Altre problematiche sono legate al funzionamento del polo sanitario, che pur avendo il personale che si impegna e anche tanto, la gestione del polo, spesso ha risentito di carenza di personale amministrativo e addirittura per mesi è mancata la figura del direttore, poi ne è stato nominato uno presente solo un giorno a settimana. Insomma il fiore all’occhiello di Taverna, il polo sanitario che serviva tanti comuni e garantiva prestazioni sanitarie all’utenza di un vasto territorio non è più quello di un tempo, un polo sanitario dove esisteva un direttore in pianta stabile che conosceva ogni anfratto della struttura e ogni disagio della stessa, quando i direttori erano del posto e al posto giusto e avevano a cuore ogni singolo utente.

Banner

Molti ricordano il compianto Filippo Catizone, che sul polo sanitario aveva scommesso, e chi come lui lo ha imitato nel metodo, come Aldo Infelise. Infatti, non è possibile risolvere le questioni in un solo giorno, questioni che meriterebbero più attenzioni, proprio questa è la questione, mancanza di attenzione! E i cittadini ne lamentano da tanto tempo. Anche sul 118 va detto che in alcune occasioni vi è stata carenza di personale, soprattutto medico, che in altre occasioni si lamentava il disagio di coprire le esigenze di altri territori oltre quelli di naturale competenza, insomma se da una parte si proclamano interventi e successi dall’altra non se ne vedono benefici.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner