Premi non versati e firme false: rinviati a giudizio il sindaco di Amato con due agenti assicurativi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Premi non versati e firme false: rinviati a giudizio il sindaco di Amato con due agenti assicurativi
Il Tribunale di Catanzaro
  22 dicembre 2021 13:07

Documenti e firme false, per incassare i premi assicurativi: il Gup di Catanzaro, Matteo Ferrante, ha rinviato a giudizio tre persone, Ilaria Tomaino (1986), Giuseppe Grande (1973), Saverio Ruga (1967), accusati a vario titolo di appropriazione e falsità materiale. Rispettivamente si tratta di un subagente assicurativo, cogestore effettivo dell’agenzia e sindaco di Amato.

Secondo quanto ricostruito, Grande e Tomaino avrebbero incassato i premi assicuratavi dei loro clienti senza però versare nulla ai propri agenti. Numeri da capogiro: 1460 polizze per un totale di circa 130mila.

Banner

A giudizio anche Saverio Ruga, sindaco di Amato, che avrebbe attestato falsamente alcuni documenti.

Banner

Il Gup ha disposto l’inizio del processo per il 3 ottobre 2022, in accoglimento della tesi accusatoria, supportata dall'avvocato di parte civile, Antonello Talerico. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Gennaro Piero Mellea e Antonio Ludovico

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner