Presentati Morganti e Polito, Noto: "Non ci poniamo limiti, abbiate fiducia"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Presentati Morganti e Polito, Noto: "Non ci poniamo limiti, abbiate fiducia"
Paolo Morganti, Floriano Noto e Ciro Polito
  03 luglio 2024 18:50

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

“Non ci poniamo limiti, abbiate fiducia, vogliamo sognare insieme a voi”.

Banner

Sono parole chiare e inequivocabili che sgomberano il campo da tante interpretazioni e ridanno serenità all’ambiente quelle del presidente del Catanzaro Floriano Noto alla conferenza di fine anno in cui sono stati presentai anche il nuovo direttore generale Paolo Morganti e il nuovo direttore sportivo Ciro Polito.

Banner

Il patron delle Aquile come ogni anno ripercorre la stagione appena terminata in Serie B e ribadisce che “il bilancio è più che positivo”.

Banner

“Bisogna avere pazienza, stima, fiducia. Nei primi anni non c’era tanta fiducia nei confronti della società che veniva da un altro mondo ed era anche comprensibile, oggi a distanza di sei anni vi dico: chi è stato il gruppo, il presidente che ha ottenuto tanti risultati negli ultimi anni? Penso che la fiducia ce la siamo conquistata sul campo. Vogliamo sognare insieme a voi, insieme a tifosi, la società farà i giusti investimenti ha prospettive. La Serie B va stabilizzata e noi lo faremo”.

Poi dice: Abbiamo provato a fare le cose più giuste. In passato il dg Foresti entrava nello spogliatoio e non era sua competenza ma ciò avveniva per carenza di ruoli. Oggi abbiamo un direttore generale che ha la sua esperienza dirigenziale e il direttore sportivo che, da ex atleta, se deve entrare nello spogliatoio entra senza neanche bussare. Abbiamo messo ordine alle cose”.

E ancora: “Non ci sarà nessun ridimensionamento, ma vorrei ricordare che molti nomi che sono arrivati a Catanzaro non erano conosciuti e il nostro orgoglio è di averli valorizzati e col loro ci metto pure il mister che oggi è così ambito. Io sono felice così sia Vandeputte che per Fulignati siano così richiesti ma voglio essere chiaro: Dopo due o tre anni finisce un ciclo. Su questo la città e i tifosi devono essere maturi. Noi investiremo su altri calciatori ma non ci tiriamo indietro”

Dal canto suo Ciro Polito afferma: “Il ritardo è sotto gli occhi di tutti, sono arrivato una settimana fa. Le idee sono chiare e questa è una sfida bella. Siete stati calcisticamente fantastici ma chiedo di dimenticare ciò che è stato perché si aprirà un nuovo ciclo. Bisogna consolidare la categoria e crescere tutti insieme. Chiedo massimo sostegno e speriamo di dare soddisfazione ad un popolo che vive per questa maglia. La Serie B ha una forbice troppo grossa e con i fondi che arrivano non so da dove mentre la famiglia Noto suda i soldi ed è giusto essere ambiziosi ma sostenibili”. 

E osserva: “Come principi non manco mai e forse è la prima volta che non sono da solo. Ho grande fame e starà con me solo chi avrà la stessa mia fame. La squadra sarà costruita intorno ad un top della categoria che si chiama Pietro Iemmello”.

Mentre Paolo Morganti afferma: “Ho avuto la possibilità di creare Novarello e ho lavorato dietro la scrivania dopo aver giocato a calcio, quella è la mia natura. Ho scelto la parte dirigenziale. I ruoli richiedono responsabilità. Sotto il profilo caratteriale io e il ds siamo due caratteri differenti e la nostra diversità penso sia stata la nostra fortuna. Oggi penso che nel mondo dei direttori sportivi sia fondamentale non perdere il rapporto con i calciatori. Ma poi lavoriamo con gli uomini ed è fondamentale l’empatia”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner