Progetto Acli 5x1000 “Effetto moltiplicatore”: il circolo di Catanzaro lo dedica ai profughi dall’Ucraina

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Progetto Acli 5x1000 “Effetto moltiplicatore”: il circolo di Catanzaro lo dedica ai profughi dall’Ucraina

Donato un forno per la cottura della ceramica

  13 luglio 2022 13:41

La donazione di un piccolo forno per la cottura della ceramica ha contribuito ad avvicinare ulteriormente l’Italia all’Ucraina, anche simbolicamente con l’accostamento delle due bandiere, ma soprattutto concretamente con l’incontro tra il circolo Acli Città del Vento, in partenariato con Confartigianato e Life communication, e l’Associazione libera Ucraina in Italia, costituita in particolar modo da donne e bambini ucraini che sono stati costretti ad abbandonare il proprio Paese a causa della guerra.

A consentire tutto ciò è stato il bando nazionale delle Acli denominato “Effetto moltiplicatore” e finanziato con i fondi del 5x1000. Città del Vento, da un’idea del suo presidente Alessandro Astorino, ha infatti partecipato con un proprio progetto, risultato tra i primi dieci in Italia e primo in Calabria, che ha saputo cogliere un’esigenza strategica in questo momento storico: quella di conciliare l’accoglienza e l’integrazione dei profughi dall’Ucraina nella città di Catanzaro con l’artigianato di qualità e la creatività nella lavorazione della ceramica che unisce le due culture.

Banner

La donazione del forno è solo un punto di partenza perché il partner Confartigianato, rappresentato dal segretario provinciale Raffaele Mostaccioli e da Francesco Filice, assicurerà un corso di ceramica coinvolgendo alcuni tra i più bravi artigiani del settore, mentre Life communication, con in prima linea Domenico Gareri, garantirà un’ampia diffusione mediatica all’iniziativa. In merito alla cerimonia di consegna, che ha visto anche la partecipazione della vicepresidente di Libera Ucraina Yuliya Shklyarenko e dei vicepresidenti di Città del Vento Costanza Russetti e Antonio Rotella, il presidente Astorino ha dichiarato: «il bene nasce sempre da un incontro e da questa base vorremmo che scaturisca un riverbero importante dal punto di vista sociale ed economico, un piccolo gesto di ricostruzione». Mentre la vicepresidente Yuliya Shklyarenko ha concluso: «abbiamo ricevuto un grande aiuto dal popolo italiano e da associazioni come Confartigianato e Città del Vento, ora ci proponiamo di lavorare con il vostro materiale però con le nostre mani e io credo che questa grande solidarietà che c’è tra i nostri popoli rappresenti la nostra vittoria».

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner