Progetto Erasmus plus, “Il futuro nelle mani dei bambini”: visita di docenti polacchi alla scuola primaria Perri di Lamezia

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Progetto Erasmus plus, “Il futuro nelle mani dei bambini”: visita di docenti polacchi alla scuola primaria Perri di Lamezia
La Dirigente Teresa Bevilacqua con il team di Insegnanti
  03 maggio 2022 17:25

"Giovedì 28 aprile 2022 si è conclusa con successo la fase di mobilità C1 del Progetto Erasmus Plus “Future in Kids hands” per un team di insegnanti provenienti dalla Polonia e ospiti dell’Istituto Comprensivo Perri-Pitagora di Lamezia Terme". Si legge in una nota di Mariagrazia Pullia.

Banner

Banner

"Questa fase progettuale, che si è sviluppata nelle giornate del 25-26-27 Aprile 2022, - prosegue - è stata una significativa occasione di arricchimento e di scambio culturale e umano. Un’esperienza interculturale unica che ha visto coinvolti 165 bambini di sette classi quinte, che hanno partecipato con entusiasmo e interesse ad attività, lezioni, laboratori e giochi di carattere culturale ed ecologico, guidati dai loro insegnanti e dalla referente Oriana Cuda, in co-teaching con i colleghi polacchi. Questi ultimi, che hanno trovato un’accoglienza calorosa da parte di tutta la comunità scolastica, hanno avuto modo di visitare la scuola, il territorio e il quartiere nel quale la vita scolastica si sviluppa e la nostra splendida Riviera dei tramonti".

Banner

"Tre giornate intense di confronto, condivisione, scambio di idee, metodologie e buone pratiche - si legge - finalizzate ad una didattica inclusiva, personalizzata e individualizzata, con la supervisione e presenza della Dirigente Scolastica Teresa Bevilacqua che ha espresso soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa e ha sottolineato la grande valenza formativa del progetto Erasmus Plus progettato e realizzato nei due anni più complessi per le nostre scuole. La Dirigente ha ringraziato tutti i docenti coinvolti e il personale ATA per la preziosa collaborazione e infine tutti gli alunni per aver partecipato con responsabilità, diligenza, educazione e senso di appartenenza. Preziosa la collaborazione di Alfredo Pirozzi che ha fatto da interprete per i colleghi polacchi".

“La partecipazione a questo tipo di partenariato e alle sue mobilità, oltre a promuovere i valori dell’inclusione e della tolleranza, rappresenta per Insegnanti ed alunni un’opportunità volta a stimolare processi di miglioramento e di crescita. La mia – conclude la Dirigente Bevilacqua – è una visione di scuola sempre più europeista, che si muove nell’ambito di un’educazione innovativa, interculturale, multidisciplinare e plurilinguistica, affinché i nostri giovani studenti e quelli delle generazioni future, possano essere accompagnati nell’acquisizione delle competenze che sostengono la loro crescita, e perché possano, da adulti, partecipare, rispettare, conoscere, agire in maniera consapevole, con comportamenti e azioni concrete, da cittadini attivi, in una società dove ogni singolo individuo sappia custodire il patrimonio culturale e sappia vivere con l’altro in fratellanza.”

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner