Protezione Civile, concluso il corso di formazione sul “Primo Soccorso” per i volontari a Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Protezione Civile, concluso il corso di formazione sul “Primo Soccorso” per i volontari a Catanzaro

  29 giugno 2021 12:40

 
di FRANCESCO IULIANO
 
Si è concluso nei giorni scorsi il corso di formazione sul “Primo Soccorso - con un approfondimento sul tema del dolore associato al trauma - organizzato dal Gruppo volontari di Protezione Civile del Comune di Catanzaro nella nuova sede del Gruppo nei locali dell’Amc.

Banner

Docente del corso, il medico anestesista rianimatore Pietro Maglio, volontario del Cisom (il Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta) nonché titolare di alta specializzazione in Terapia del Dolore che si è avvalso della collaborazione della responsabile delle pubbliche relazioni e dei corsi di formazione del Gruppo volontari, Rossella Palermo.

Banner

Venti, in totale, i neo aspiranti volontari, che hanno partecipato al corso che ha sviluppato un programma basato su lezioni in aula ed esercitazioni pratiche. Sono stati trattati argomenti come: cos’è l’emergenza/urgenza; il primo soccorso; responsabilità; compiti degli addetti di primo soccorso; il comportamento durante il soccorso; il sistema di soccorso 118; la valutazione dei parametri vitali; Il sistema respiratorio; Il sistema cardiocircolatorio; il sostegno alla funzioni vitali; problematiche del sistema respiratorio; problematiche del sistema cardiocircolatorio; shock anafilattico; ferite; emorragie; interventi di primo soccorso.

Banner

Nel programma anche una parte pratica con argomenti sulla gestione dell’infortunato; delle varie situazioni di emergenza urgenza; della rianimazione cardio-polmonare e delle manovre di disostruzione delle vie aeree.

Il dolore – è stato spiegato nel corso dell’incontro - è il sintomo spesso più frequente nel paziente traumatizzato, che può condizionare molte risposte fisio-patologiche dell'organismo. Compito del volontario, dunque, in occasione di situazioni di emergenza e per favorire un migliore approccio clinico al trauma, è  quello di riconoscere il sintomo dolore, rassicurare la vittima e comunicare con il personale sanitario del soccorso avanzato. 

«Il corso - ha spiegato Rossella Palermo – ha avuto come obiettivo quello di fornire ai partecipanti le capacità di base per affrontare le emergenze del quotidiano. Al termine, i nostri volontari, saranno in grado di riconoscere e valutare situazioni di emergenza, fornire un primo soccorso alle persone colpite da un evento dannoso e di essere di supporto agli operatori sanitari che intervengono sul posto. Come responsabili del Gruppo, siamo consapevoli di quanto la formazione per i nostri volontari sia fondamentale e non può fermarsi. Quello appena concluso, è stato un corso di formazione che abbiamo voluto finire con le attività di Primo soccorso commentate ed interpretate da un relatore di grande esperienza e professionalità come Pietro Maglio».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner