Protocollo d'intesa tra Guardia di Finanza e Procura generale della Corte dei Conti per migliorare e lavorare insieme alle indagini

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Protocollo d'intesa tra Guardia di Finanza e Procura generale della Corte dei Conti per migliorare e lavorare insieme alle indagini
Guardia di Finanza al lavoro
  28 maggio 2020 13:17

Il procuratore generale della Corte dei Conti Alberto Avoli e il comandante generale della Guardia di Finanza Giuseppe Zafarana hanno siglato un protocollo d'intesa per rafforzare la collaborazione tra i due enti, con particolare riferimento alle modalità di conduzione delle indagini.

Il memorandum prevede, tra l'altro, l'istituzione di un Comitato tecnico permanente composto da 4 componenti (2 Pubblici Ministeri contabili individuati dal Procuratore Generale, il Capo del III Reparto Operazioni della Gdf e il Comandante del Comando Tutela Economia e Finanza) che si occuperà di promuovere il confronto su tematiche di interesse operativo, individuando quelle fattispecie che generano danni erariali e che presentano aspetti di rilievo e maggiore ricorrenza ai fini delle analisi.

L'accordo consentirà un costante e reciproco scambio di conoscenze nonché di migliorare le procedure, anche implementando le trasmissioni telematiche dei dati. Particolare attenzione è dedicata poi al ruolo del Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie, il reparto deputato alla tutela delle uscite di bilancio e referente operativo della Procura Generale della Corte dei Conti. L'intesa - sottolinea il comando generale della Gdf - arriva in una situazione "imprevista ed eccezionale" dovuta all'emergenza Covid, in cui le due istituzioni "saranno chiamate, ancora di più, a unire le forze affinché sia assicurato il corretto impiego dei fondi pubblici".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner